Il commercio elettronico di vini cresce in maniera importante.

Il commercio elettronico di vini cresce in maniera importante: anche il mondo enologico è stato interessato dal boom digitale, di conseguenza non stupisce se oggi anche questo tipo di acquisti facciano sempre più rima con e-commerce.

Sono emblematici, da questo punto di vista, i dati presentati da Nomisma, nota società di consulenza strategica e aziendale, la quale ha fatto il punto sulla crescita del commercio elettronico in questo settore.

Nomisma ha rilevato come, a spingere in maniera importante la vendita online di vino, sia stata l’emergenza sanitaria che ha interessato l’Italia come anche le altre nazioni del mondo: nei periodi di quarantena, infatti, molti dei consumatori più restii ad acquistare online si sono convinti di quanto sia comodo e conveniente e hanno iniziato a farlo.

Una cantina con una fila di botti

I dati relativi all’Italia

In riferimento agli ultimi anni, l’Italia è risultata essere nelle zone più basse della classifica per quel che riguarda l’e-commerce di vino, che era invece già piuttosto evoluto in altre nazioni, sia europee che non.

Dal 2018 al 2020, tuttavia, anche l’Italia ha compiuto un importante balzo in avanti: se nel 2018, infatti, i consumatori che acquistavano vino online risultavano essere il 17% del totale, nel 2020 si è toccato quota 27% e tutto lascia immaginare che tale percentuale crescerà ulteriormente.

Ma per quale motivo acquistare vino online è una prospettiva così interessante? Le ragioni sono diverse, alcune riguardano il commercio elettronico in generale, altre sono specifiche per questo tipo di prodotti, andiamo a scoprire quali potrebbero essere le principali.

1 – Ampia opportunità di scelta

Con ogni probabilità, la prima ragione per cui numerosi consumatori preferiscono acquistare i loro vini in rete è il fatto che online si può usufruire di un’opportunità di scelta notevolmente più alta rispetto a quanto possono offrire i negozi fisici.

Acquistare il vino, d’altronde, non è come comprare l’acqua minerale o delle bevande gassate: la scelta del prodotto è un vero e proprio rituale, soprattutto per gli appassionati, a prescindere dal fatto che si scelgano di acquistare vini costosi o, al contrario, molto più economici.

Questo, ovviamente, è particolarmente importante per chi ama acquistare e gustare dei vini stranieri: immaginando di voler avere sulla propria tavola, ad esempio, dei Rioja spagnoli, sarà sufficiente un click in un e-commerce fornito come www.vinopuro.com.

2 – Tante informazioni sui vini a portata di click

Quest’aspetto potrebbe essere considerato secondario, ma in realtà, per tante persone, è molto rilevante: acquistare vino online può essere preferibile perché in rete si possono reperire facilmente informazioni sulle varie etichette.

Anche in un punto vendita fisico è possibile consultare direttamente sul prodotto le informazioni che lo riguardano, certamente, ma in rete tale consultazione risulta molto più agevole e soprattutto, nei migliori e-commerce, sono specificate anche delle informazioni ulteriori rispetto a quelle basiche, relative ad esempio alla storia di tale vino o ai territori in cui è prodotto.

3 – Comodità e convenienza

Acquistare online, in tutti i casi, fa rima con comodità: bastano pochi click per assicurarsi la spedizione domiciliare di quanto acquistato, e questa non può che essere una buona prerogativa, che si tratti di vino o altro.

E-commerce, inoltre, fa rima anche con convenienza: sebbene questa non sia una regola ferrea, è assai frequente che negli e-commerce i prezzi dei prodotti risultino più bassi rispetto ai negozi fisici, e ciò è dovuto al fatto che le aziende in questo modo possono operare con costi inferiori, o comunque devono praticare dei prezzi vantaggiosi per competere nel mercato globale per eccellenza: Internet.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 26-09-2022


Se nel 2023 ci sarà la recessione cosa fare dei Nostri risparmi per proteggerli

Tempi di ricarica auto elettrica: tutto quello che c’è da sapere