Entro il 2023, Alberto Sordi avrà una statua in suo onore a Torpignattara: a breve si aprirà il bando di concorso per gli artisti.

Alberto Sordi è scomparso il 24 febbraio 2003, esattamente 20 anni fa. Entro il 2023, l’indimenticabile attore avrà una statua a lui dedicata nella sua amata Roma, precisamente a Torpignattara. A breve verrà aperto un bando di concorso rivolto a tutti gli artisti che avranno voglia di mettersi in gioco per realizzare l’opera d’arte.

Alberto Sordi, in arrivo una statua in suo onore: i dettagli

A distanza di 20 anni dalla morte di Alberto Sordi, Roma avrà una statua a lui dedicata. Fino ad oggi, nessuno aveva mai pensato di rendere omaggio all’indimenticabile attore con un monumento ad hoc. A voler fortemente realizzare questa opera d’arte è stato Mauro Caliste, presidente del V municipio della Capitale. Dopo aver ricevuto l’ok da parte della Fondazione Alberto Sordi, il progetto è andato in porto e, a breve, vedrà luce.

La statua di Alberto verrà posizionata a Torpignattara, quartiere che ha fatto da location a diversi film dell’attore. Nello specifico, Caliste ha espresso il desiderio di posizionarla nei pressi del cannone che ha visto la scena finale della pellicola Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli. Ovviamente, l’ultima parola spetta alla Sovrintendenza. “L’idea di dedicare una statua a Sordi mi è venuta proprio mentre stavo riguardando l’ultima scena di ‘Un borghese piccolo piccolo’, nella quale si vede Sordi seduto davanti al cannone su via Casilina, intento a leggere il giornale. Ho espresso questo mio desiderio alla Fondazione Museo Alberto Sordi e loro sono stati subito entusiasti. Mi hanno anche detto, con mio grande stupore, che in venti anni nessuno aveva mai avanzato questo tipo di proposta“, ha dichiarato Caliste all’AGI.

Roma
Roma

Statua di Alberto Sordi: il bando di concorso per gli artisti

Caliste ha dichiarato che verrà aperto un bando di concorso per gli artisti che vorranno provare a realizzare la statua. C’è solo un’indicazione: Alberto non dovrà essere ritratto come nel film Un borghese piccolo piccolo. Il motivo? “Lì Sordi era anziano e interpretava un personaggio triste, noi invece vogliamo ricordarlo sempre con quel suo sorriso con il quale tutti lo abbiamo conosciuto e amato. (…) È possibile che sia una panchina sulla quale ci sarà lui e chi vorrà potrà sedersi accanto, come accade in tante installazioni in altri Paesi europei. Oppure potrà essere semplicemente una statua, dipende dal bozzetto vincitore“.

L’opera d’arte dovrà essere installata entro il 2023. Quindi, i tempi sono ristretti. Il bando – “rivolto a under 35, artigiani, artisti e scuole” – verrà aperto entro la primavera, in modo da avere il bozzetto vincitore per l’estate. Sarà la Fondazione Alberto Sordi a scegliere l’artista e a riservargli “un premio e un rimborso spese“.

Riproduzione riservata © 2024 - LEO

ultimo aggiornamento: 10-04-2023


La Visione di Luigi è la miglior grappa del 2023 ed è la prima ecosostenibile

Edimburgo prima città d’Europa a promuovere l’alimentazione vegetale: firmato il Plant Based Treaty