Scopri come funziona l’assicurazione professionale per architetti e perché è un elemento essenziale nella pratica di questa professione.

I liberi professionisti iscritti a un ordine, sanno bene che dal 2013 hanno l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa a tutela propria e dei loro clienti, e sanno anche che non stipulare l’assicurazione significa rendersi colpevole di illecito deontologico, un reato che è sanzionato dall’ordine di appartenenza anche con la radiazione.

Assicurazione professionale per architetti, una tutela importante

L’assicurazione professionale architetti è, appunto, un’assicurazione di responsabilità civile professionale, un tipo di polizza assicurativa progettata per proteggere gli architetti e i loro studi da potenziali rivendicazioni e responsabilità legali che possono sorgere nel corso dell’attività professionale.

Il vantaggio di questa tipologia di polizza, quindi, è evidente, poiché il lavoro di architetto – come quello di altri professionisti autonomi – può comportare rischi significativi in termini di errori o omissioni professionali che possono causare danni finanziari o materiali ai clienti. Con un’assicurazione RC ci si metta al riparo da tali rischi. Vediamo chi la deve sottoscrivere e come funziona.

Architettura sostenibile

Assicurazione Responsabilità Civile Architetti: a chi è utile?

L’assicurazione RC Professionale Architetti è necessaria per chiunque:

  • risulti iscritto all’Ordine degli Architetti;
  • ricopra una posizione di responsabilità diretta verso terzi;
  • possa causare un danno economico o morale qualora non adempia correttamente al proprio incarico;
  • l’obbligatorietà riguarda sia il singolo libero professionista, sia gli Studi Associati in cui lavorano soci e collaboratori che operano a nome dello studio stesso.

Come funziona l’assicurazione professionale per architetti

Ecco come funziona generalmente l’assicurazione professionale per architetti:

  1. Copertura delle responsabilità: l’assicurazione di responsabilità civile professionale per architetti offre una copertura finanziaria per eventuali rivendicazioni avanzate dai clienti o da terze parti a causa di errori, omissioni, negligenze o cattiva progettazione dell’architetto o del suo studio. Questo può includere errori di calcolo, progettazione difettosa, violazioni del codice edilizio o altri problemi correlati;
  2. Costi legali: la polizza di assicurazione copre anche i costi legali sostenuti per difendersi da eventuali azioni legali, anche se la rivendicazione si rivela infondata;
  3. Limiti di copertura: l’assicurazione professionale per architetti ha dei limiti di copertura massimi per ciascuna polizza e per ciascuna richiesta. Quando si sceglie un’assicurazione, è importante verificare i limiti di copertura e assicurarsi che siano adeguati alle esigenze e alla portata delle attività svolte;
  4. Polizza di tipo “claims-made” e “occurrence”: esistono due tipi comuni di polizze: a) “claims-made”, che coprono le rivendicazioni presentate durante il periodo di validità della polizza, indipendentemente dalla data in cui si è verificato il presunto errore, e b) “occurrence”, che coprono gli eventi che si sono verificati durante il periodo di validità della polizza, indipendentemente dal momento in cui viene presentata la rivendicazione;
  5. Franchigia: la polizza di assicurazione può richiedere al professionista di coprire una franchigia ovvero una somma prefissata di denaro che l’architetto deve pagare prima che l’assicurazione inizi a coprire le spese.

Polizza architetti, i costi

Il premio di un’assicurazione professionale per architetti può variare in base a diverse condizioni, tra cui:

  1. Età ed esperienza del richiedente;
  2. Livello di rischio associato al richiedente: se ci sono state richieste di risarcimento in passato, il premio aumenta;
  3. Tipologia di clausole incluse nella polizza;
  4. Presenza di opzioni come la franchigia e l’importo massimo coperto;
  5. Numero di dipendenti e collaboratori eventuali che devono essere coperti dalla polizza;
  6. Fatturato generato dal professionista che richiede l’assicurazione.

Polizza professionale architetti: più tranquillità per tutti

L’assicurazione professionale per architetti è essenziale per proteggere la reputazione, la carriera e il patrimonio degli architetti e dei loro studi. Prima di scegliere un’assicurazione, è consigliabile confrontare le offerte e leggere attentamente i dettagli della polizza per comprendere esattamente cosa è coperto e cosa non lo è.

La copertura assicurativa è valida in tutta Italia, così come per le attività svolte a Città del Vaticano, Repubblica di San Marino e nei paesi dell’Unione Europea.

È una protezione obbligatoria e fondamentale, in grado di garantire una maggiore tranquillità ai professionisti che ne beneficiano, ma anche di infondere fiducia ai clienti che si sentiranno tutelati per qualsiasi cosa potrebbe accadere.

Riproduzione riservata © 2024 - LEO

ultimo aggiornamento: 04-08-2023


Guida alla Scelta della Prima Bici: Trova la Tua Compagna di Avventure su Due Ruote

Riduzione del gas: Italia virtuosa supera l’obiettivo