Nel funzionamento dell’attività produttiva di un’azienda, esistono delle condizioni e operazioni imprescindibili per mantenere la sostenibilità economica.

Per sostenibilità economica si intende la presenza degli elementi che tengono in vita un’impresa. La creazione del valore aggiunto, ad esempio, è un indice di economicità utile a considerare la durabilità di un impresa; si calcola effettuando la differenza tra il valore finale dei beni e servizi prodotti e il valore dei beni e servizi acquistati per essere impiegati nel processo produttivo.

Ma in che modo è possibile aggiungere effettivamente un valore aggiunto alla propria attività?

Un magazzino Amazon

Syscons Group

Syscons Group è un’impresa italiana operante nel campo dell’ottimizzazione della supply chain e delle fasi di produzione aziendali a livello globale. Tecnologie quali Advanced Analytics e Predictive vengono in soccorso del decision-maker quando deve prendere decisioni per quanto concerne le scelte produttive dell’azienda, aggiungendo ai classici sistemi informativi di business intelligence calcoli predittivi, metodi statistici, il machine learning e le tecniche di process automation adottati nei processi aziendali più complessi.

Grazie all’impiego di soluzioni innovative e omnichannel è possibile infatti far evolvere la propria attività in ottica sostenibile e a stretto contatto con le esigenze dei consumatori, di modo da incrementare l’efficienza e la consistenza della User Experience nelle fasi di acquisto.

Supply Chain: definizione e significato

La Supply Chain è l’insieme di attività preposte alla produzione e alla distribuzione di prodotti e servizi agli utilizzatori finali, all’interno del quale sono presenti i rapporti con i fornitori per il reperimento delle materie prime e la successiva trasformazione delle stesse. Alla base di questo percorso ci sono tre concetti: informazione, gestione dei materiali e denaro.

Sono quindi le attività di pianificazione e di esecuzione che, in coordinamento, consentono di consegnare il bene prodotto all’utilizzatore finale senza ritardi o nessun errore che possa comportare costi extra o di risarcimento. Questa opera di coordinamento viene comunemente chiamata Supply Chain Management.

Digitalizzazione Supply Chain Planning

La digitalizzazione delle pratiche ha permesso di sfruttare la portentosa potenza di calcolo dei dispositivi IoT (Internet of Things) per efficientare ogni genere di operazione, rinnovando e implementando le attività più semplici e quotidiane o apportando nuove soluzioni più complesse, che prima dell’avvento del digitale non erano nemmeno considerabili.

L’elaborazione delle informazioni dei dispositivi elettronici, con l’utilizzo degli strumenti di analisi dei big data e sistemi di intelligenza artificiale, ha infatti concesso l’automatizzazione di processi che influiscono direttamente nelle performance della Supply Chain e di conseguenza dell’intero comparto produttivo, valorizzandolo al fine di incrementare i livelli di soddisfazione della clientela.

Nell’ambito degli strumenti messi a disposizione da Syscons, l’azienda si basa due diversi sistemi informativi, volti a rispondere alle esigenze nel medio-lungo e nel breve periodo.

SAP Integrated Business Planning, una suite di pianificazione che include features come Demand Planning, Sales & Operation Planning, Inventory Planning a supporto della Supply Chain nel medio-lungo periodo di un’attività.

SAP PP/DS (Production Planning/Detailed Scheduling) è invece un servizio di schedulazione della produzione volta a supportare la pianificazione nel breve periodo.

La digitalizzazione della Supply Chain come valore aggiunto

Questi supporti digitali alle imprese consentono di ottenere molti vantaggi competitivi.

L’impiego di risorse automatizzate consente infatti un approccio alla gestione delle risorse più veloce e, grazie alla predizione della domanda dei propri clienti, più flessibile, potendo trovare soluzioni mirate con più prontezza rispetto a inconvenienze e più efficienti, dato il lavoro di ottimizzazione che permette un perfetto bilanciamento tra risorse ed esternalità.

È infatti necessario ricordare che in questi tempi difficili un’impresa deve per forza adoperarsi per coltivare un’etica sostenibile, atta a non compromettere ulteriormente la stabilità delle generazioni future.

L’implementazione di un’Economia Circolare è infatti economicamente possibile una volta apportata la digitalizzazione del Supply Chain Management: oltre a efficientare l’utilizzo di materiali riciclati e energie a fonti rinnovabili, le aziende hanno la possibilità di aumentare i propri guadagni, grazie alla riduzione dei costi operativi, degli sprechi e delle spese di gestione di magazzino.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 08-08-2022


Viaggi più sostenibili con la smart mobility

Nuova Gamma SUV Mercedes: modelli e prezzi