Dopo gli ultimi inverni trascorsi in casa e con gli spostamenti ridotti ai minimi termini a causa della pandemia, l’arrivo dell’estate 2022 ha risvegliato la voglia di viaggiare.

Anche se i livelli non risultano ancora quelli pre-pandemia, sono in tante le persone che, già da alcuni mesi, approfittano del tempo libero per un weekend fuori porta o per una vacanza più lunga, nel Belpaese ma anche all’Estero.

Lo confermano i continui ritardi del traffico aereo, lui sì tornato già ai livelli del 2019. Le cause sono indubbiamente gli scioperi che si stanno verificando nell’ultimo periodo e le relative cancellazioni in Stati Uniti ed Europa, ma anche l’aumento delle richieste, con numeri che non si registravano da due anni.

Negli anni sono cambiate, e non poco, anche le abitudini di quanti si mettono in viaggio. Se una volta era indispensabile recarsi di persona presso un’agenzia di viaggi e programmare nei dettagli la vacanza, oggi, nell’epoca di internet, non è più così. Sono sempre di più coloro che si affidano a un tour operator online oppure pianificano l’itinerario, prenotano gli hotel e le attività in autonomia, approfittando proprio delle proposte reperibili sul web.

Una delle ultime tendenze più interessanti, anche per coloro che viaggiano per motivi di piacere, è quella di una mobilità concepita in maniera sostenibile e integrata: non a caso è definita smart mobility. Un tema che è destinato a conoscere un’ampia diffusione nell’immediato futuro e che trova spunti interessanti già nel presente.

Smart mobility
Smart mobility

In questo articolo vi raccontiamo qualcosa di più sull’impatto della smart mobility sul settore viaggi.

Le esigenze dei viaggiatori nel 2022

Viaggiare significa scoprire, staccare la spina dalla quotidianità, persino sostituire le vecchie abitudini con le nuove. Chi si sposta nel tempo libero desidera farlo nel segno della comodità e, quando possibile, persino risparmiando.

Un aiuto in tal senso è arrivato dalla tecnologia e in particolare da quella digitale, la quale si sta rivelando capace di rivoluzionare tutti gli aspetti delle nostre vite. I viaggi non fanno eccezione, basti pensare alla prenotazione delle strutture dell’hotellerie. Internet è diventato il luogo in cui formulare domande e trovare risposte, con la certezza di sapere di poterle ottenere in maniera semplice e veloce.

La comodità non è il solo aspetto che risulta incluso all’interno della Digital Revolution. L’altra parola che viene sempre più ricercata da parte dei viaggiatori nel 2022 è sostenibilità, fortemente interconnessa con due aspetti che stanno conoscendo una diffusione costante: sharing economy e smart mobility.

La sharing economy (o economia della condivisione) è il modello economico attualmente considerato più all’avanguardia. Si basa sulla condivisione dei beni, idea decisamente diversa da quella finora adottata, fondata sul semplice possesso. Il fine è quello di ottimizzare i consumi nel segno della consapevolezza, essendo ormai appurato che le risorse non sono illimitate. La sharing economy risulta la sfida del futuro e allo stesso tempo il punto di riferimento del presente.

L’economia della condivisione è un discorso che riguarda in maniera profonda anche il mondo dei viaggi e quello dei trasporti, in cui gli spostamenti sono importanti, così come la condivisione di molte altre risorse. E la smart mobility? Offre anch’essa risposte importanti alle esigenze della contemporaneità. Continuate a leggere!

Smart mobility: sostenibile e inclusiva

La smart mobility rappresenta uno dei nuovi business model che sono nati con la sharing economy e lo sviluppo massivo delle tecnologie digitali. Offre numerose e differenti soluzioni, meno inquinanti e quindi più sostenibili, in grado di razionalizzare la mobilità stessa.

La smart mobility è considerata un modo per conseguire lo sviluppo sostenibile nelle città, includendo al suo interno diversi fattori. Nel dettaglio:

  • Impiego della tecnologia digitale in tutti i diversi ambiti della mobilità;
  • Infrastrutture per la mobilità: dai parcheggi, alla segnaletica, alla stessa realizzazione dei veicoli;
  • Soluzioni per la mobilità e le persone. Tra queste ci sono i modelli della new mobility e della sharing mobility.

L’obiettivo della smart mobility è quello di offrire un’esperienza che sia flessibile, sicura, on demand, integrata e, non meno importante, conveniente. A livello pratico si traduce in opzioni che vedono l’integrazione dei trasporti pubblici, dei mezzi di trasporto individuali, e un miglioramento delle relative infrastrutture.

Come abbiamo accennato, al suo interno troviamo anche un aspetto decisamente degno di nota quale quello della sharing mobility: una mobilità condivisa che punta al noleggio dei mezzi di locomozione al posto del loro possesso. Tra le diverse forme di mobilità condivisa vi sono il noleggio dei monopattini elettrici, quello delle bici, il car e lo scooter sharing, servizi che si stanno diffondendo da diversi anni nelle più importanti città italiane e internazionali.

Il tratto comune ed essenziale delle diverse declinazioni presenti nella smart mobility è la sostenibilità, ovvero la ricerca di una mobilità green e a basso impatto per l’ambiente; un aspetto essenziale a fronte dei cambiamenti climatici, tristemente sotto gli occhi di tutti, e della stessa vivibilità delle città.

La smart mobility è quindi attuale come non mai perché guarda alla riduzione dell’inquinamento, grazie a una gestione migliore del traffico, e non può che influenzare positivamente i flussi di quanti si trovano a spostarsi non solo nella quotidianità, ma anche in occasione delle vacanze. La mobilità diventa green e accessibile per tutti.

Moveo di Telepass: rimanere aggiornati sulla mobilità

Telepass è un’azienda italiana di eccellenza quando si parla di smart e sharing mobility.

L’ultima novità è Moveo, il nuovo content hub che si rivolge a tutti coloro che intendono conoscere e approfondire il tema della mobilità e le opportunità che la tecnologia di oggi ci offre. L’ultimo nato di Telepass permette di ottenere informazioni sulle nuove soluzioni di spostamento, con un’attenzione particolare dedicata al tema della sostenibilità.

Con Moveo imparare a viaggiare in libertà, a spostarsi in maniera efficiente e sostenibile, risparmiando tempo, è semplice. L’ideale per rimanere aggiornati sui cambiamenti della smart mobility, a portata di smartphone e tablet.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 04-08-2022


Strumenti per la macelleria: quali sono indispensabili?

Digital Supply Chain Planning: cos’è e come funziona