Tra i metodi più diffusi di investimento, al giorno d’oggi, troviamo una serie di attività strettamente legate al digitale.

In particolar modo, le criptovalute attualmente la stanno facendo da padrone. Si tratta di vere e proprie monete virtuali, come vedremo nel dettaglio, le quali stanno cambiando non soltanto il modo di investire ma anche il modo in cui vengono effettuati i pagamenti.

Avrete sicuramente notato, infatti, come negli ultimissimi tempi molti servizi e circuiti internazionali abbiano cominciato ad accettare come metodo di pagamento anche le criptovalute. D’altronde, il trend legato ai pagamenti digitali è sotto gli occhi di tutti: gli esperti considerano che i pagamenti digitali raggiungeranno il valore di oltre 7000 miliardi di dollari.

E ovviamente, le criptovalute entrano in questo discorso in maniera “prepotente”. Ma per quanto riguarda gli investimenti, è così sicuro dedicarsi alla compravendita di monete virtuali o si corrono dei rischi? Di seguito abbiamo voluto realizzare una sorta di mini guida che possa essere utile non soltanto a comprendere effettivamente che rischi si corrano, ma anche di cosa stiamo parlando di preciso.

criptovaluta

Criptovalute e Bitcoin: info utili

Quando parliamo di criptovaluta non facciamo altro che fare riferimento a delle monete digitali, che sono realizzate attraverso un sistema di codici. Le criptovalute, a differenza delle monete tradizionali, funzionano in maniera totalmente autonoma e al di fuori, quindi, di sistemi bancari e governativi prestabiliti. Difatti, il principio cardine di questa nuova realtà è la crittografia, la quale rende sicura ogni tipo di transazione.

La prima criptovaluta realizzata, nonché quella più nota, è sicuramente il bitcoin. Questa è stata lanciata nel 2009, ma da allora le cose sono cambiate notevolmente: basti pensare al fatto che sono attualmente disponibili oltre mille criptovalute online. Da qui la prima difficoltà degli investitori nello scegliere le migliori criptovalute, vista l’enorme abbondanza.

Nonostante le differenze con le monete tradizionali siano ben evidenti, va detto che le modalità di investimento correlate alle criptovalute siano estremamente simili. Difatti, è possibile acquistarle e venderle come una moneta qualsiasi e come ogni tipo di bene presente sul mercato. Altra cosa particolare è il fatto che sia possibile negoziare i movimenti di prezzo delle criptovalute con i CFC.

La nascita delle criptovalute era strettamente correlata ad una necessità di realizzare un metodo di pagamento alternativo, che fosse basato esclusivamente sulle transazioni online. In breve tempo, però, sono diventate estremamente diffuse anche e soprattutto come metodo di investimento. La criptovaluta è una moneta decentrata, slegata da ogni tipo di influenza governativa, e ciò la porta ad essere particolarmente interessante quale prodotto di mercato.

Investimenti con criptomonete: rischi da evitare

Il funzionamento delle piattaforme di acquisto e vendita di criptomonete è sicuramente molto intuitivo e non necessita di conoscenze specifiche. Basta collegarsi ad uno dei siti presenti in rete, registrarsi e aprire il conto virtuale. Ovviamente, una volta acquistate, le criptovalute possono essere cedute. Come qualsiasi altro investimento possibile, però, ci sono dei rischi che vanno valutati. Ecco allora che sarebbe opportuno tenere bene a mente alcune informazioni chiave.

Per prima cosa il consiglio è quello di affidarsi a delle piattaforme di trading che siano affermate. Per conoscere la fama di un servizio di questo tipo basta cercare in rete e soprattutto leggere le recensioni degli utenti, le quali spesso e volentieri sono indicative e utilissime. La maggior parte di queste piattaforme consente di sfruttare una intelligenza artificiale che gestisca le operazioni in automatico. In questo modo, le analisi di dati, in tempo reale, avvengono in maniera automatizzata. Si tratta di qualcosa di utilissimo per l’utente, specie quello inesperto.

Oltre a questo, il consiglio essenziale è quello di non buttarsi a capofitto in qualcosa che non si conosce alla perfezione. Nessuno nasce esperto, questo è ovvio, ma cercare di comprendere il funzionamento delle piattaforme e del mercato delle criptovalute sarà sicuramente utilissimo per evitare brutte sorprese. Anche per questo, molte piattaforme hanno cominciato ad offrire la possibilità agli utenti di simulare investimenti, senza utilizzare denaro reale, ma virtuale. Cominciando così si può capire il funzionamento del trading delle criptovalute prima di investire.

In linea di massima, comunque, le truffe avvengono utilizzando delle piattaforme non affidabili. Generalmente si tratta di truffe che riguardano i costi elevati di transazioni e commissioni. Inoltre, pensiamo comunque che seppur virtuali, le criptovalute possono essere rubate dai criminali informatici. Anche per questo le principali piattaforme presenti in rete hanno cominciato a proporre delle coperture assicurative per evitare rischi.

Perché tanti investono in criptovalute?

Il perché del successo di questo tipo di moneta virtuale, e degli aspetti legati agli investimenti con essa, è sicuramente legato in primo luogo al fatto che siano estremamente rapidi ed intuitivi da fare. Si possono ottenere dei profitti considerevoli anche con una conoscenza minima del prodotto e delle piattaforme. Non è necessario sicuramente essere degli esperti di informatica o di economia per quest’attività. Oltre a ciò, va considerato che i costi di transazione sono estremamente bassi rispetto ad altri investimenti noti.

Per effettuare delle transazioni con le criptomonete ci si dovrà servire di un software, che prende il nome di client, e che permette di effettuar ei movimenti con le criptovalute tra conti differenti. Viene utilizzato un sistema crittografico a chiave pubblica: tutte le operazioni sono anonime e protette, ma vengono memorizzate in un database. Questo registra il punto di partenza e quello di arrivo del pagamento e della transazione.

Ovviamente, trattandosi di monete virtuali, queste non possono essere fisicamente prelevate ad un ATM. Non esistono né in forma cartacea che metallica. Ciò, però in futuro potrebbe essere possibile: già molti esperti hanno ipotizzato la possibilità di effettuare delle transazioni con delle criptomonete in forma fisica. Per quanto riguarda la conservazione delle criptomonete, queste vanno conservate una volta comprate in diversi modi, ma quello più noto è il paper wallet. Si tratta di un portafoglio virtuale che consente di generare chiavi private e si serve di un certificato di titolarità. Ad oggi molti governi stanno aprendo a diverse possibilità di investimento e transazioni innovative.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 22-10-2021


Comprare azioni: perché è importante per il trader e come si fa

Come e quando cambiare il filtro dell’aria