Cambiare il filtro dell’auto è tanto semplice quanto necessario per un corretto funzionamento del motore.

Cos’è e a cosa serve il filtro dell’aria

Il filtro dell’aria è il “polmone” della nostra auto. Fa parte dell’impianto di alimentazione e, da come si può facilmente intendere, serve per la pulizia dell’aria che proviene dall’esterno. L’aria infatti dopo essere entrata nel veicolo, viene filtrata e condotta alla camera di combustione. In questo modo, grazie a questo meccanismo, viene evitato l’ingresso nel motore di elementi come: foglie, polvere, insetti e altri generi di detriti.

interno auto passaggio costo
Fonte foto: https://unsplash.com/photos/qFnPwhaGHKE

Com’è fatto e dove si trova il filtro dell’aria

Esistono varie tipologie di filtri. A seconda dell’auto, le case madri studiano quello che meglio si adatta al modello della macchina. In genere i filtri si differenziano per forma e materiale. Per quanto riguarda la forma, potrete trovare filtri a pannello, cilindrici, conici e tondi. Se parliamo di materiali invece dobbiamo fare due distinzioni. Per le auto da strada sono comunemente utilizzati i filtri in carta, mentre per le auto sportive sono più frequenti i filtri in cotone o in stoffa.

Per controllare lo stato del filtro, occorre ovviamente individuare la sua posizione all’interno dell’auto. È sempre inserito in una scatola chiamata air box che generalmente, è situata sopra o vicino al motore. Qualora fosse difficile individuarlo, potrete sempre consultare il manuale tecnico del veicolo, dove troverete le informazioni necessarie. Una volta individuato, dovrete sostituirlo con un filtro esattamente identico. Se avrete un filtro in carta (del costo che varia dai 10 ai 20 euro), andrà sostituito ogni volta, se invece avete un filtro in cotone o in stoffa (del costo che varia dai 60 ai 70 euro), potrete anche lavarlo con gli appositi prodotti.

Cosa causa un filtro sporco e ogni quanto va sostituito

Un filtro ostruito crea problemi e disfunzioni nel motore fino a romperlo. Ma non solo, un filtro non pulito aumenta i consumi e inquina. La pulizia o la sostituzione del filtro dell’aria sono azioni fondamentali che devono essere compiute con una certa regolarità. Non esiste un tempo prestabilito che sia uguale per tutti i filtri e tutte le vetture. Il cambio o la pulizia vanno in base a diverse variabili come: la frequenza di utilizzo dell’auto, la tipologia di strada che percorrete solitamente, il modello di macchina e la cura che prestate nella manutenzione. Se dovessimo darvi un consiglio, sarebbe quello di controllarlo all’incirca ogni 10000km. In ogni caso, è possibile accorgersi anche da soli quando è arrivato il momento di sostituire il filtro dell’aria. Il segnale più evidente sarà un fumo molto scuro, di un colore quasi nero, che esce dal tubo di scarico ogni volta che accelerate. Altri indizi possono essere: rumori di fondo durante il funzionamento del motore, difficoltà nell’avviamento del veicolo e un aumento allarmante del consumo di carburante.

Come sostituire il filtro dell’aria

Cambiare il filtro dell’aria è semplice, infatti è un’operazione che potete fare tranquillamente da soli, senza dover ricorrere per forza a un professionista. Per prima cosa indossate dei guanti, poi aprite il cofano tramite la leva che troverete all’interno dell’abitacolo e fissatelo con l’apposita asticella. Una volta individuata la posizione del filtro, smontate l’air box che potrebbe essere fissato con delle viti o con dei ganci laterali. Aprite la scatola, rimuovere il filtro sporco e pulite il fondo dell’air box con uno straccio o un aspiratore. Infine prendete il filtro nuovo, mettetelo dentro la scatola e chiudetela. Il gioco è fatto.

Per quanto riguarda invece la pulizia del filtro in cotone o in stoffa, il procedimento di rimozione rimane invariato, ma invece di sostituirlo, andrete a pulire il filtro sporco grazie agli appositi detergenti ad asciugatura rapida. Lo farete asciugare per una decina di minuti, e solo allora potrete riposizionarlo nell’air box.

Alla fine di entrambe le operazioni che abbiamo appena spiegato, è meglio sempre fare una prova accendendo l’auto per controllare che tutto funzioni. Basterà premere lievemente il piede sull’acceleratore. Se l’auto accelera subito senza problemi, significa che la sostituzione è stata fatta correttamente.

Ricapitolando, vediamo quali sono i vantaggi di avere un filtro dell’aria pulito:

  • Risparmio di carburante
  • Maggior durata del motore
  • Emissioni ridotte

Fonti di informazione

Fonte 1: https://www.tuttoautoricambi.it/pezzi-di-ricambio/filtro-aria.html

Fonte 2: https://motori.virgilio.it/info-utili/come-sostituire-filtro-aria/104009/

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 27-10-2021


Investire in criptovalute: ecco la guida completa per farlo al meglio

Bosciaclub: la parafarmacia online di Milano che spedisce in 24 ore