La serotonina, altro non è che l’ormone della felicità, un neurotrasmettitore che viene sintetizzato all’interno del cervello e in altri particolari tessuti iniziando dall’amminoacido essenziale chiamato triptofano.

La serotonina, quando viene a mancare, viene spesso sostituita con integratori per il buon umore, questo perché non può mai mancare all’interno del corpo. Essa è responsabile di numerose funzioni biologiche, molte delle quali sono ancora da svelare. Come la maggior parte dei mediatori chimici, la serotonina funziona in una continua interazione con dei recettori, eseguendo un effetto differente in relazione alla regione corporea che viene coinvolta. La serotonina può essere raffigurata come una chiave, la quale per eseguire la propria azione necessità di comunicare con determinate serrature, ovveri i recettori, Il rapporto tra la serotonina e i recettori consente di aprire porte capaci di avere il controllo sull’attività cerebrale dell’organismo. La serotonina naturale è di vitale importanza per il benessere neurologico delle persone, regola il sonno, l’appetito e anche la sessualità, contribuendo notevolmente alla modulazione dell’empatia, della creatività insieme all’apprendimento e alla memoria.

ragazza umore

Come aumentare la serotonina?

Un modo naturale e semplice con cui aumentare la presenza di serotonina nel corpo è camminare. Sembra una banalità, ma è così. L’attività fisica in generale ci aiuta a produrre serotonina ed endorfine, queste protagoniste di una funzione antidepressiva. Una camminata giornaliera di soli 20 minuti ha la capacità di bloccare la fame nervosa ed elimina l’esigenza di assumere zuccheri. L’alimentazione infatti ha un grande ruolo nella produzione di serotonina. Evitando il rischio di ingrassare, la serotonina si può aumentare assumendo cibi a bassa densità calorica, ricchi di triptofano ma privi di amminoacidi come la leucina e la fenilalanina: Papaya, banane e datteri sono tra gli alimenti più indicati per la produzione di serotonina. L’attività fisica si attesta comunque come la migliore soluzione, perché quando i muscoli fanno uso di aminoacidi a catena ramificata, il buon umore è assicurato. In alternativa si possono acquistare degli integratori acquistandoli  in alcune farmacie online.

Una buona dieta

Per quanto gli integratori per il buon umore possano aiutare chi produce poca serotonina, evitare l’insonnia e la depressione con una buona dieta, deve essere quanto meno auspicabile. Nel corso dell’ultimo secolo, la ricerca scientifica si è posta numerosi quesiti su come modificare il sistema serotoninergico per far sì che alcune sostanze nutritive venissero in soccorso a disturbi depressivi. Il triptofano deve essere senza dubbio tra i nutrienti che assorbiamo con costanza: possiamo trovarlo nelle uova, nel latte, nella carne e soprattutto nel salmone. Per chi invece predilige una dieta a base vegetale, esso è presente nei semi di sesamo, in quelli di girasole e in quelli si soglia. Anche l’alga spirulina può esserci di aiuto, le patate, il riso e i cereali integrali. Per fortuna anche il cioccolato fondente e il cacao portano il buonumore, per cui la golosità in questo caso non potrà che farvi bene!

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 26-12-2021


Natale eco-friendly: come puntare sulla sostenibilità, anche a tavola

ISE, i professionisti italiani dell’ingegneria di manutenzione