Per trasformare la pausa caffè in un vero toccasana è necessario sgranchirsi le gambe, socializzare e naturalmente godersi qualcosa di dolce.

La pausa caffè è un rito irrinunciabile, un momento considerato fondamentale sia da tutti coloro che lavorano in ufficio sia dagli smart workers che operano tra le mura di casa. Staccare la spina anche solo per pochi minuti, infatti, giova notevolmente alla produttività e contribuisce a ridurre i livelli di stress.

La bevanda più consumata al mondo, tuttavia, non è l’unica alternativa possibile per concedersi un break salutare durante le ore di lavoro, un momento di relax rigenerante che può trasformarsi in un’occasione perfetta per socializzare, per riposare gli occhi e naturalmente per deliziare il palato con uno snack gustoso.

In ufficio, ad esempio, è sempre utile tenere a disposizione spuntini e dolciumi pronti all’uso da assaporare con calma, anche spostandosi nella zona relax per fare due chiacchiere con i colleghi. Ma cosa non deve mancare per trasformare la pausa caffè in un vero toccasana? Ecco alcuni must have che possono realmente far diventare la giornata lavorativa meno faticosa.

Caffè espresso

Lo spuntino ideale per la pausa caffè

A prescindere dall’età e dal ruolo che si ricopre in ambito professionale, le caramelle sono sempre in cima alla lista degli snack più amati e richiesti. Dietro il loro successo si celano diversi motivi, tra cui la praticità d’uso, le dimensioni ridotte che permettono di portarle con sé ovunque, la lunga conservazione e naturalmente l’aspetto esteriore colorato e divertente. Anche in estate o durante i mesi più caldi, in particolare, le caramelle non subiscono alterazioni e non rischiano di deteriorarsi o sciogliersi con il caldo. 

Una confezione di caramelle dure, come ad esempio le Haribo Color Pops, aiuta a rendere la pausa in ufficio rilassante e rigenerante. Il contrasto tra il confetto croccante e l’interno ripieno e morbido è proprio quello che serve per liberare la mente, ricaricarsi e fare il pieno di energia anche in una manciata di minuti.

Bevande alternative al caffè

La pausa caffè perfetta, inoltre, non dovrebbe prevedere solo il consumo di caffè. Chi deve limitare la caffeina o più semplicemente predilige altri sapori, ad esempio, può trovare una valida alternativa nel tè in tutte le sue varianti, nell’orzo, nel ginseng energizzante e naturalmente in tutta la gamma di infusi da scegliere in base ai gusti e alla stagione.

Le spremute e i succhi a base di frutta di stagione, inoltre, sono altrettanto efficaci per dissetare e, soprattutto, per garantire un buon apporto di vitamine e sali minerali che aiutano a sostenere gli impegni lavorativi.

Un po’ di movimento

Un altro ingrediente fondamentale della pausa caffè, infine, è il movimento: troppa sedentarietà nuoce alla salute e chi lavora in ufficio, quasi sempre seduto davanti al computer, a lungo andare può iniziare ad accusare una serie di malesseri e disturbi.

Concedersi un break significa anche alzarsi e sgranchirsi le gambe, facendo due passi ed evitando di fissare lo schermo e di affaticare la vista per troppe ore consecutive.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 01-08-2022


L’Importanza della keyword research in una strategia SEO

Chi è Peppe Vallone: l’imprenditore influencer presente ai concerti dei rapper italiani