Trascorrere tempo tra gli alberi e la natura può aiutare a migliorare la tua salute: ecco tutti i benefici legati alla forest therapy.

Molte persone amano trascorrere del tempo nella natura. Ma lo sapevate che passare qualche ora tra gli alberi è terapeutico? La Forest Therapy – terapia forestale, degli alberi – è una pratica in crescita che promette benefici per la mente e il corpo. Può incentivare il rilassamento e permetterci di staccarci dalla frenesia della vita quotidiana, mettendo – almeno per un po’ – da parte la tecnologia e i dispositivi ai quali siamo sempre più dipendenti, ma anche dallo stress.

Forest Therapy: in cosa consiste questa pratica di relax

La Forest Therapy è radicata nella pratica giapponese dello Shinrin-yoku, che viene spesso tradotta come “bagno nella foresta“. Non è, però, un bagno come lo intendiamo di solito; il termine si riferisce semplicemente all’immersione nell’atmosfera della foresta.

È una pratica che negli ultimi anni sta diventando molto popolare e si basa su un presupposto ben definito: le persone possono combattere lo stress e migliorare la propria salute e il proprio umore collegandosi con la natura.

Meditare nella natura
Meditare nella natura

Fa leva su contemplazione e meditazione da attuare tra gli alberi e i boschi e comporta un minimo di attività fisica: una seduta di terapia forestale, infatti, inizia con un risveglio muscolare, prosegue con una lunga camminata e si conclude con una seduta di meditazione. Questo percorso di benessere, dunque, mira a promuovere una migliore salute psicofisica, migliorando la connessione con la natura, le relazioni interpersonali e la coesione sociale.

In Occidente, questa pratica ha fatto maggiormente leva sull’aspetto biochimico, ossia sulle sostanze emanate dagli alberi, i quali producono monoterpeni (elementi che compongono gli olii essenziali) che svolgono un effetto benefico sul sistema immunitario. Tale terapia, inoltre, aiuta anche a tenere sotto controllo i livelli di stress, causa principale di molte malattie, come la depressione e a tenere a bada i pensieri negativi.

In che modo la terapia forestale può influire sulla tua salute

Ammirare panorami e ascoltare i suoni della foresta può aiutare a rilassarsi. Non sono solo i nostri cervelli a ricevere una spinta positiva da tutto ciò, ma anche il nostro corpo, secondo le basi della terapia forestale.

Uno studio ha dimostrato che la terapia forestale riduce il cortisolo, l’ormone dello stress. Un altro studio ha fatto emergere il fatto che questo tipo di approccio alla natura e agli alberi ha un impatto positivo sulla pressione sanguigna e sull’adiponectina, una proteina che regola i livelli di zucchero presenti nel sangue.

Sebbene l’obiettivo della terapia forestale non sia l’esercizio fisico, la pratica fisica regolare può aiutare a condurre uno stile di vita meno sedentario. Per trarne i migliori benefici, è bene essere regolari e trovare modi per renderla parte della vita quotidiana, anche se non non la si può praticare ogni giorno.

Mettere in pratica la terapia: i passi da compiere

Per ottenere il massimo del relax per corpo e mente, ci sono dei passaggi specifici affinché si attui correttamente la Forest Therapy.

  • Sedersi comodamente e concentrarsi sul proprio respiro;
  • Notare tutto ciò che ci allontana dalla consapevolezza del nostro respiro, che si tratti di un suono, di un pensiero o di una sensazione che vanno allontanati per trovare concentrazione;
  • Bisogna prendersi del ​​tempo per respirare profondamente e concentrare la propria attenzione verso l’interno. Per farlo, si può anche camminare tra gli alberi, per lasciarsi impegni e preoccupazioni alle spalle.

La terapia forestale, dunque, è una pratica di rallentamento. Ci invita ad entrare nella natura, a notare i nostri sensi, ciò che ci circonda e il luogo in cui ci troviamo come una parte del mondo naturale che, come noi, respira ed è in continuo movimento. Quando si incorpora questa pratica, possiamo vivere una vita più consapevole e pacifica, costruire una relazione intima con noi stessi e con la natura che ci circonda.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 10-04-2022


L’importanza di una corretta idratazione: i 5 benefici dell’acqua sul nostro organismo

Micro reattori nucleari, cosa sono e come potrebbero essere usati in futuro