Creata dalla psicologa romana Laura De Dilectis, Donnexstrada supporta le donne in caso si trovino in una situazione di pericolo in strada.

Donnexstrada è una pagina Instagram – realizzata dalla psicologa romana Laura De Dilectis – che aiuta le donne che si trovano in giro e che si ritrovano a vivere una situazione di pericolo. L’idea è quella di dare supporto alle donne che affrontano situazioni difficili da gestire quando ritornano a casa o sono in posti isolati nei quali la sicurezza si riduce drasticamente.

Donnexstrada, il progetto per la sicurezza delle donne

Laura De Dilectis, psicologa clinica romana, ha creato una pagina Instagram, denominata Donnexstrada, che aiuta le donne che si ritrovano in situazioni di pericolo quando sono fuori casa. Come ha spiegato la dottoressa, la realizzazione di questo progetto è scaturita dalla lettura dell’ennesima notizia che annunciava la morte di una giovane inglese che non è riuscita a tornare a casa poiché è stata rapita, stuprata e, poi, uccisa.

Ragazza che cammina in città
Ragazza che cammina in città

L’associazione realizzata dalla psicologa romana ha come obiettivo principale quello di trattare un tema molto attuale e importante ai giorni nostri: la violenza di genere, soprattutto quella che interessa i casi di molestie e violenze sessuali che avvengono in strada. “Per le persone è importante sapere che ci siamo, che se hanno paura e sono sole in strada possono scriverci e chiamarci. Il nostro obiettivo è far sapere loro che non sono sole in certe situazioni”, ha riferito la De Dilectis secondo quanto riportato da Forbes.

Come funziona il progetto di Laura De Dilectis

Il simbolo identificativo dell’associazione è un fischietto, che – di solito – è uno strumento utile per segnalare situazioni anomale e di pericolo. Al momento, il progetto si è esteso anche nelle città di Milano e Bologna e fa leva – in totale – su 50 volontarie che danno il proprio contributo alla causa. Si spera e si pensa che il progetto possa essere esteso anche a tante altre città italiane. La pagina del progetto:

Greta Martinez, consigliera dell’associazione, ha ideato una mappa composta da punti viola che rappresentano i luoghi a cui le donne possono rivolgersi e trovare un riparo sicuro, qualora si sentano minacciate e in situazioni percepite come pericolose.

Più volte, a Roma, ho avuto paura tornando a casa la sera, più volte mi sono sentita seguita e in quei casi avrei desiderato di trovare un punto fisico dove cercare riparo e chiedere aiuto”, ha spiegato la Martinez. Pertanto, avere dei posti sicuri dove trovare accoglienza, può essere di aiuto alle donne vittime di molestie e violenze per strada.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 15-03-2022


Covid, cibo e bevande tornano al cinema e allo stadio: le restrizioni si allentano

Bonus fotovoltaico 2022, cos’è: i requisiti e le modalità per ottenerlo