Dopo aver soccorso il compagno di squadra, Christian Eriksen, il calciatore e capitano danese, Simon Kjaer è stato osannato in tutto il mondo.

Il capitano della Danimarca, Simon Kjaer, è stato considerato come un vero e proprio eroe per aver soccorso il compagno di squadra Christian Eriksen: un’azione, potenzialmente salvavita, dopo che il calciatore danese è crollato sul campo durante la partita del Gruppo B di Euro 2020 contro la Finlandia. I medici sono corsi subito in campo e tutta la squadra si è stretta intorno al proprio compagno per proteggerlo dall’occhio indiscreto delle telecamere. Elogi e complimenti al capitano che ha fatto emergere il lato bello, umano ed emozionale del calcio.

Euro 2020, Kjaer soccorre Eriksen

Sabato 12 giugno 2021 è stato un giorno come nessun altro. Il mondo intero si è fermato mentre un giocatore di calcio giaceva immobile sul campo. Il resto dei giocatori è piombato in uno stato di shock ed apprensione, mentre lo staff medico era impegnato a rianimare il centrocampista danese, Christan Eriksen, che ha accusato un malore durante la partita Danimarca-Finlandia per gli Euro 2020. Tutti sono rimati col fiato sospeso e hanno iniziato a pregare in una pronta ripresa del giocatore scandinavo. In tutto quel frastuono, c’era un uomo che, con la sua pronta risposta all’angosciante situazione, ha fatto tutto il possibile per assicurarsi che il suo amico stesse bene. Il suo nome è Simon Kjaer.

Danimarca Finlandia Euro 2020
Danimarca Finlandia Euro 2020

Il capitano della Danimarca è stato considerato come un eroe dopo la sua risposta coraggiosa al malore del suo compagno di squadra. Gli attimi di concitazione sono iniziati intorno al 40′, quando Eriksen si è avvicinato al compagno per raccogliere una rimessa laterale. Prima che la palla lo raggiungesse, Eriksen è crollato.

L’arbitro fischia immediatamente e chiede un pronto soccorso medico. Anche prima dell’arrivo dei medici, Kjaer era accanto a Eriksen ed è stato il primo a mettere in atto una serie di manovre potenzialmente salvavita. Ha praticato, infatti, la rianimazione cardiopolmonare al suo connazionale. Non appena il team medico è arrivato in campo, ha chiesto ai suoi compagni di squadra di creare uno scudo attorno ad Eriksen, per non farlo riprendere dalle videocamere nello stato in cui versava.

Il capitano danese diventa un eroe e mostra il lato umano del calcio

Le immagini dei danesi che proteggono il loro amico e collega hanno scaldato il cuore dei tifosi di tutto il mondo, che si sono uniti, in un unico abbraccio, per supportare il calciatore colto dal malore. Il capitano della Danimarca, inoltre, ha dimostrato di essere non solo un ottimo calciatore, ma anche un fedele compagno sia per Eriksen che per la moglie che, disperata, si è precipitata in campo per capire il marito come stesse.

Kjaer, infatti, ha cercato di tranquillizzarla, insieme al portiere Kasper Schmeichel. La foto:

Kjaer ed Eriksen giocano nella stessa città. Eriksen ha vinto il titolo di Serie A 2020/21 con l’Inter, il 32enne Kjaer gioca, invece, per il Milan. Nominato talento danese under 19 dell’anno 2007 e talento danese dell’anno 2009, Kjaer ha giocato più di 100 partite per il suo paese dopo aver debuttato nel 2009. Anche se i fan, i giocatori, i medici e il resto del mondo continuano a lodare e acclamare Kjaer, la notizia che fa ben sperare è che l’amico – si è stabilizzato e sta ricevendo cure in ospedale.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 14-06-2021


Decreto Semplificazioni, dalla carta d’identità elettronica alla fibra ottica: le novità digitali

I comuni e le regioni più ricchi d’Italia: la classifica premia Lajatico e Lombardia