Presso lo IEO di Milano è stata scoperta una nuova molecola di RNA chiamata Tincr in grado di limitare le metastasi del tumore alla pelle.

I ricercatori dello IEO (Istituto Europeo di Oncologia) di Milano hanno recentemente compiuto un ulteriore e fondamentale passo avanti nel campo della medicina. Hanno scoperto, infatti, l’esistenza di Tincr, una particolare molecola di RNA in grado di arginare la formazione delle metastasi dei tumori alla pelle. Grazie a questa molecola le cellule del melanoma potranno anche diventare meno resistenti alle cure farmacologiche.

Com’è stata condotta la ricerca dello IEO?

A condurre lo studio è stato il gruppo di ricerca del Dipartimento di Oncologia Sperimentale. I ricercatori hanno lavorato sotto la guida di Luisa Lanfrancone e Pier Giuseppe Pelicci

Ricercatrice in laboratorio
Ricercatrice in laboratorio

La recente scoperta ha rilevato che, quando il melanoma è ancora in uno stadio precoce, solo Tincr può garantire che le cellule continuino a riprodursi, ma senza dar vita a metastasi. L’obiettivo finale, a beneficio dei pazienti affetti da questa patologia, sarà quello di aumentare la concentrazione della nuova molecola a livelli sino ad ora mai sperimentati.

Il melanoma, infatti, è il tipo più aggressivo di tumore alla pelle. Le sue cellule hanno due peculiari proprietà negative: quella di saper invadere molto velocemente i tessuti vicini, sviluppando metastasi in organi anche molto distanti; e poi quella di poter acquisire una straordinaria resistenza alle più nuove terapie (ad esempio l’immunoterapia o la cura con farmaci molecolari). 

I risultati dello studio sono stati pubblicati in un articolo su EMBO Reports, importante rivista scientifica peer-reviewed, specializzata sulla ricerca nel campo della biologia molecolare.

Come agisce la molecola Tincr che rallenta il melanoma?

Tincr è il nome che gli scienziati hanno dato alla molecola capace di combattere il melanoma cutaneo. La sua importanza è dettata dalla capacità di ostacolare la formazione delle metastasi e bloccare la loro farmacoresistenza.

Tincr fa parte di quel gruppo di molecole che la biologia definisce long non-coding RNA. La loro struttura è composta da più di duecento nucleotidi che intervengono in alcuni fondamentali processi cellulari.

Quando vi è un’alta concentrazione della molecola Tincr (come accade nei melanomi in fase embrionale) le cellule proliferano comunque, ma il tumore non metastatizza. Al contrario, se la concentrazione della molecola Tincr è più bassa, quelle stesse cellule possono diventare invasive.


Treni COVID-free, come funzionano e cosa cambia per i viaggiatori

Asilo nel bosco e le nuove sfide dell’educazione: si impara all’aria aperta