I prestiti personali sono uno strumento molto utile ad affrontare piccoli o grandi cambiamenti di vita, con maggior serenità per il futuro.

Consiste nel finanziamento, da parte di un ente creditizio, di una somma in denaro pattuita al momento della stipula del contratto, che andrà versata assieme agli interessi secondo un piano di pagamento a rate costanti.

monete e soldi

Differenza tra prestiti finalizzati e prestiti non finalizzati

Per comprendere al meglio in cosa consiste un prestito personale, è necessario fare un passo indietro, definendo la differenza tra prestiti finalizzati e non finalizzati. 

In parole semplici, la distinzione riguarda la destinazione d’uso del finanziamento. 

Quando si accede a un prestito finalizzato, l’importo erogato dall’ente può essere speso esclusivamente per l’acquisto di un bene specifico, indicato al momento della richiesta di finanziamento, e che viene solitamente ipotecato in caso di mancato rispetto degli impegni obbligazionari.

È l’esempio di quando si rateizza l’acquisto di un’auto o di un televisore, dove il finanziamento di un istituto creditizio convenzionato viene direttamente proposto dal venditore, che guadagna una commissione.

Ciò che distingue il prestito non finalizzato, categoria nella quale rientra il prestito personale, è il versamento per intero della somma richiesta, spendibile, tra l’altro senza vincoli di destinazione. Altro indiscutibile vantaggio è la possibilità di scegliere in autonomia la banca o la finanziaria più conveniente.

Prestito online Santander Consumer Bank

Il prestito personale può essere stipulato sia in filiali bancarie che online con l’uso di un’interfaccia pensata su misura del cliente e accessibile da qualsiasi dispositivo. È inoltre possibile tenere sott’occhio lo stato del finanziamento tramite l’Area Riservata sul sito o tramite app.

Altre preziose funzionalità dell’applicazione sono la ricerca dei punti Santander più vicini, la possibilità di aggiornare i propri dati e consultare la propria documentazione in ogni momento.

Polizza assicurativa

C’è anche la possibilità di poter aggiungere una polizza assicurativa a tutela del sottoscrivente e dei suoi cari. L’opzione è del tutto facoltativa e prevede una maggiorazione della rata mensile a fronte della tutela in caso di infortuni e decesso, erogando un’indennità sull’importo residuo. L’età del richiedente deve essere compresa tra i 18 e i 65 anni.

Richiesta prestito online e polizza assicurativa: come funziona

La procedura per fare richiesta di un prestito online, anche senza conto corrente, è molto semplice. Potrebbe essere suddivisa in 4 step fondamentali:

Simulazione della rata

Innanzitutto, inserendo finalità, data di nascita e somma richiesta, il sistema di simulazione SCB fornirà in breve una stima della rata del finanziamento.

Inserimento dei dati personali  

Necessario ai fini della richiesta è il raggiungimento della maggiore età.

Upload dei documenti

Questa fase è decisamente semplificata essendo eseguibile interamente da smartphone. Prevede il caricamento con foto dal telefono dei documenti di riconoscimento, codice fiscale, un IBAN (non di una carta prepagata) e l’ultima busta paga, essendo necessario un reddito documentabile.. 

Esito

Una volta fornite tutte le informazioni e i documenti necessari rimane attendere la risposta con l’esito via mail.

TAN e TAEG: cosa sono? 

Se si è alle prime armi con gli enti creditizi, è normale che la lunga serie di sigle, tassi di interesse e altre variabili potrebbe far girare la testa.

Nel confronto tra le diverse offerte di prestiti e mutui, oltre al capitale erogato, alla durata del finanziamento e all’importo delle rate, ci sono due variabili fondamentali ai fini del calcolo del costo totale.

Il TAN è il tasso di interesse puro applicato al finanziamento. In sostanza rappresenta il prezzo, in percentuale o su base annua, richiesto da un creditore per effettuare l’erogazione.

Il TAEG invece è il tasso che racchiude l’importo totale del prestito personale o del mutuo e comprende voci di costo come le polizze obbligatorie, apertura e mantenimento dei conti correnti, gestione della pratica e operazioni di pagamento.

Non sono invece incluse nel TAEG le spese di perizia, le spese notarili e le imposte.

Estinzione anticipata di un prestito 

In conclusione, è giusto ricordare che il cliente ha la possibilità di anticipare il rimborso del prestito, restituendo il capitale residuo assieme agli interessi maturati fino a quel momento.

Non si può mai sapere, ma in ogni caso è sconsigliata come pratica, essendo che molto probabilmente a contratto sono previste delle penali che finiscono per aumentare il costo effettivo del prestito.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 07-04-2022


Acquistare un’auto nuova: 5 errori da evitare

Integratori naturali: guida alla scelta