Prendi una regione dalla ricca storia millenaria di culture e tradizioni. Aggiungi i paesaggi fantastici, i colori e i profumi della terra e dei suoi prodotti. Aggiungere poi un pizzico di musica, arte, e di allegria.

Da una parte le montagne e le colline, il corso del fiume Po al centro, e dall’altra il Mar Adriatico che con le sue correnti favorevoli che contribuisce a ricreare delle condizioni microclimatiche uniche e a rendere i suoi terreni fertili e produttivi.

Per ottenere un impasto perfetto, è importante poi mescolare con cura i più ricchi ingredienti gastronomici con le numerose tipologie e varietà di uve autoctone e internazionali. Dalla cucina emiliana, con i suoi formaggi prestigiosi e i primi piatti, come lasagne, tagliatelle al ragù alla bolognese, e tortellini… Alla cucina romagnola, con la sua pasta fresca all’uovo, le sue carni deliziose impreziosite dalla salsa al vino rosso, e ancora la celebre piadina imbottita di salumi, salsicce e formaggi locali.

Un goccio di lambrusco ad accompagnare il tutto ed ecco… Il piatto è pronto! Benvenuti in Emilia-Romagna.

Una terra incredibilmente unica e così importante per l’enogastronomia del nostro paese. Con una delle più antiche tradizioni vinicole che risale all’epoca romana, la regione è oggi la culla delle uve più usate e delle etichette più celebri al mondo grazie alla diversità climatica che da sempre ricrea le condizioni perfette per i vigneti e le loro ricche produzioni.

È quasi d’obbligo oggi, per ogni amante del vino, arricchire la collezione della propria cantinetta vino con una bottiglia di questo territorio così unica nel mondo.

Per questo motivo in questo articolo andremo alla scoperta dei migliori vini dell’Emilia Romagna.

Vigne
Vigne

I migliori vini rossi dell’Emilia Romagna

Partiamo da un vino che rappresenta l’identità stessa del territorio romagnolo (come ci ricorda la famosa canzone), nonché il suo vitigno principale, il Sangiovese. Questo vino dagli aromi delicati e dai tannini pronunciati viene prodotto nei territori della Romagna, soprattutto sui suoi colli e nel cuore dell’Appennino tosco-romagnolo (anche nelle versioni Superiore e Riserva). Il più classico e inconfondibile è il Romagna Sangiovese DOC, un vino perfetto per l’accompagnamento di piatti di carne.

Passiamo poi al vino più iconico della regione, il Lambrusco. Si tratta di un vino rosso piacevolmente frizzante che viene prodotto in versione secca o “amabile” e le cui uve danno origine a vini importanti prodotti tra Parma, Modena e Reggio-Emilia. Possiamo trovare molte varietà di questo vino dalla storia secolare, perfetto sia per una serata tra amici sia per l’abbinamento a ogni tipologia di cucina. Tra le migliori citiamo:

  • Il Lambrusco DOC di Sorbara: originario del modenese, dal colore rosato e gli aromi di frutti rossi.
  • Il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro: prodotto nelle aree collinari dell’omonimo borgo medievale, è un vino dal colore rubino intenso e il profumo fruttato.
  • Il Lambrusco Salamino di Santa Croce: sempre prodotto nella provincia di Modena, dal colore violaceo e i sentori di frutti rossi.

I migliori vini bianchi dell’Emilia Romagna

L’Emilia Romagna produce da sempre vini bianchi d’eccellenza grazie ai preziosi vitigni dei propri territori. Tra i migliori vini bianchi segnaliamo:

  • Albana: l’Albana è la regina delle uve di Romagna, che da sempre produce vini unici dolci dal colore giallo dorato e intensi aromi floreali e sentori di frutta fresca. Uno dei vini migliori di tutta la regione è l’Albana di Romagna DOCG, prodotto nelle aree collinari dei comuni di Imola e Forlì-Cesena.
  • Pignoletto (Grechetto Gentile): tra i vini bianchi frizzanti prodotti nel territorio dei colli bolognesi, il Pignoletto Classico Colli Bolognesi DOCG è una vera e propria eccellenza della regione. È un vino molto apprezzato dagli amanti della cucina tradizionale soprattutto in accompagnamento ai piatti tipici emiliani.
  • Trebbiano Romagnolo: un vitigno a bacca bianca diffuso dalla zona di Bologna fino  alla Romagna che dà origine a vini leggeri e ottimi sia per il consumo quotidiano che da abbinare a primi e secondi piatti di pesce.
  • Il Rébola Colli di Rimini è un vino bianco ottenuto da uve di Pignoletto per l’85%, dal colore paglierino e il sapore armonico, viene prodotto in versione secca o “amabile”, e si presta dunque rispettivamente all’accompagnamento di piatti di pesce o dessert.
  • Vin Santo Colli Piacentini DOC è altrettanto un vino dal colore dorato, dall’odore intenso e aromatico, perfetto per l’accompagnamento di dessert.
  • Inoltre non vanno dimenticate le varietà prodotte da uve internazionali come gli Chardonnay, Pinot e Sauvignon dei Colli di Parma e Colli Bolognesi.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 18-10-2022


La skincare dopo la pausa estiva: il siero viso per dissetare e reidratare la pelle

Orti urbani e frutteti solidali: cosa sono e quali benefici offrono