Un supercondensatore è un particolare tipo di condensatore che riesce ad accumulare tantissima carica elettrica rispetto ai condensatori normali.

Cosa sono i supercondensatori?

I supercondensatori vengono utilizzati esclusivamente per la conversione e l’accumulo dell’energia caratterizzati da elevate potenze specifiche ed energie di gran lunga superiori rispetto ai condensatori convenzionali.

I consedensatori tipici arrivano infatti a valori di capacità che rientrano nell’ordine dei mF, i supercondensatori, invece possono arrivare oltre i 5000 farad.

Supercondensatori
Supercondensatori

Dove comprare supercondensatori?

Stai cercando la giusta attrezzatura di alta qualità per la tua officina dei sogni? Visita tme.eu, in questo sito potrai trovare oltre 500 000 prodotti disponibili e sicuramente acquistare quello perfetto per le tue esigenze. “

TME opera da oltre 30 anni nel settore elettronico e produce componenti di tutti i tipi e generi. Un’ottima scelta se sei alla ricerca di un fornitore collaudato che si basa su solidi presupposti economici e riesce ad unire la rete del mercato globale con la semplicità e l’efficienza della conduzione familiare.

A cosa servono i supercondensatori?

Il principale utilizzo dei supercondensatori è quello di accumulare energia potenziale elettrica. 

A differenza dagli accumulatori chimici, i supercondensatori presentano il vantaggio di poter essere caricati o scaricati quasi in tempo zero, facendo ciò assicurano sempre un’altissima potenza specifica.

Un’ altro vantaggio è che hanno un numero di cicli di carica/scarica molto più elevato rispetto agli accumulatori tradizionali.

 Lo svantaggio che salta prima all’occhio, sempre mettendoli in relazione agli accumulatori chimici, è la bassa energia che riescono ad immagazzinare.

Come funzionano i supercondensatori?

Il funzionamento è differente da quello dei condensatori classici. Nei supercondensatori l’elettrolita forma una connessione conduttiva ionica tra i due elettrodi, a differenza di quelli classici, nei quali esiste uno strato dielettrico che prende il nome di elettrolita.

 I supercondensatori vengono polarizzati mediante la differenziazione degli elettroni e attraverso una polarizzazione iniziale degli elettrodi simmetrici.

In seguito alla polarizzazione degli elettrodi si verrà a creare uno strato di ioni con polarità inversa a quella dell’elettrodo stesso. Il doppio strato ionico è analizzabile come una coppia di armature di un condensatore, che data la minima distanza e l’ampia superficie dell’elettrodo darà luogo a una capacità elevatissima.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


I segreti della skincare per prendersi cura della pelle

SPID Professionisti: con Vodafone identità digitale sicura e certificata