Crescita record per il traffico dati su rete mobile: aumentano le SIM e si amplia l’offerta proveniente dagli operatori virtuali, sempre più scelti dagli utenti italiani.

Il traffico dati su rete mobile tocca un nuovo record, con circa 107 milioni di SIM attive in Italia alla fine di giungo 2022. È quanto si evince dai dati diffusi dal nuovo Osservatorio sulle Comunicazioni AGCOM, terzo report dell’anno in corso che scatta una foto dettagliata sulle abitudini dei consumatori legate all’utilizzo di Internet sul proprio device mobile.

Stando ai dati riportati nell’Osservatorio sulle Comunicazioni AGCOM n. 3/2022, infatti, il secondo trimestre del 2022 ha visto aumentare sia il numero delle SIM sia l’offerta proveniente dagli operatori virtuali attivi sul territorio nazionale, che stanno orientando in misura crescente le preferenze degli utenti.

Donna imprenditrice

Cifre record per le SIM human e M2M

In Italia prosegue inarrestabile la crescita delle SIM, segnando un aumento di 500mila unità lo scorso giungo rispetto a tre mesi prima. Nel corso del secondo trimestre dell’anno, in particolare, è cresciuto sia il numero di SIM human sia quello delle SIM M2M: le prime forniscono servizi voce e dati e sono usate in ambito consumer o business, mentre le seconde sono utilizzate per collegare in rete i dispositivi smart.

Secondo il recente report AGCOM, inoltre, l’89% delle schede human si basa su un contratto di tipo ricaricabile, mentre continua progressivamente a ridursi la percentuale di SIM in abbonamento.

Aumenta il traffico giornaliero su rete mobile

Focalizzando l’attenzione sulle abitudini di navigazione degli italiani, a subire un incremento rispetto agli anni scorsi è anche il volume del traffico dati generato su rete mobile, che nel secondo trimestre del 2022 ha raggiunto la cifra record di 0,6 GB di dati giornalieri per ciascuna SIM.

Confrontando le cifre con il 2021, in particolare, l’aumento del traffico quotidiano è pari a circa il 30%, mentre rispetto al 2019 supera il 150% tanto da definire il secondo trimestre dell’anno come un periodo record anche per i volumi di traffico in download e in upload.

Cresce il passaggio verso gli operatori virtuali

Se da un lato navigare su Internet da smartphone è diventata una delle passioni degli italiani, dall’altro lato questi ultimi possono contare su un’ampia offerta di tariffe proposte soprattutto dagli operatori virtuali, le cui quote di mercato sono in netto aumento.

Il passaggio dagli operatori di rete agli operatori virtuali tramite operazioni di portabilità del numero, infatti, è una tendenza in atto già da qualche tempo e rappresenta uno dei principali trend attuali: tra giugno 2021 e giugno 2022, ad esempio, le operazioni di portabilità concluse in Italia sono state circa 9 milioni.

ho. tra gli operatori più scelti dagli italiani

Grazie alle offerte operator attack molto concorrenziali e in grado di rispondere in modo efficace alle esigenze degli utenti, ho. si conferma uno degli operatori più scelti dagli italiani. Passare a ho. da un altro operatore, infatti, significa avere l’opportunità di attivare piani tariffari con chiamate e SMS illimitati e con 50, 100, 150 o 200 GB di traffico dati mensili, a partire da soli 5,99 euro al mese.

Tutti i piani tariffari ho. consentono di usare il traffico voce in Italia e in Europa senza limiti, mettendo a disposizione alcuni giga anche per navigare gratuitamente quando ci si trova fuori dai confini nazionali. I vantaggi per chi passa a ho. non mancano:

  • assenza di costi di attivazione nella maggioranza dei casi;
  • SIM gratuita per chi sceglie di attivare la propria offerta preferita sul sito di ho.;
  • consegna a casa senza costi aggiuntivi della SIM acquistata, che può anche essere ritirata in un’edicola.

L’App mobile di ho., infine, permette di tenere sotto controllo lo stato della propria linea in qualsiasi momento una volta confermata l’attivazione della SIM.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 19-11-2022


Sostituzione caldaia: incentivi, offerte e dispositivi smart per migliorare l’efficienza energetica

Esperienza con la Casa Editrice Bookabook (pro e contro)