Jeff Bezos ha deciso di concedersi l’ennesima sfida: a novembre apriranno i primi negozi di lusso di Amazon, i Luxury Stores.

Altra grande sfida firmata Jeff Bezos: quello che Forbes identifica come l’uomo più ricco del mondo ha deciso di aprire i primi Amazon Luxury Stores in Europa. Un salto degno di nota, che andrà a mettere i bastoni tra le ruote alla concorrenza. Come si comporteranno Zalando, Farfetch & Co davanti a questa mossa strategica?

Amazon apre i negozi di lusso in Europa: i dettagli

Può l’uomo più ricco del mondo diventare ancora più potente? Se il suo nome è Jeff Bezos la risposta è senz’altro affermativa. Secondo Forbes, il suo patrimonio ammonta ad oltre 200 miliardi di dollari, per cui non è strano pensare che abbia deciso di investire il suo denaro in quella che appare come l’ennesima sfida. L’imprenditore, infatti, ha in ballo un progetto che sta facendo impallidire Zalando, Farfetch & Co: a novembre apriranno in Europa i primi Amazon Luxury Stores. Ad essere onesti, però, non è un colpo di scena del tutto inaspettato. Qualche mese fa, infatti, Bezos aveva annunciato l’apertura del primo negozio di lusso online, in collaborazione con il marchio Oscar de la Renta. Questa iniziativa, però, era accessibile solo ai clienti Prime statunitensi su invito. Pertanto, i clienti europei erano rimasti a bocca asciutta. Adesso, invece, con l’apertura dei primi negozi di lusso in Europa tutto cambierà.

Stando a quanto sostiene WWD, a novembre Jeff Bezos si unirà con il marchio Dundas per il lancio di Amazon Luxury Stores. Tutto qui? Ovvio che no. Al momento, nel portafoglio digitale della piattaforma, oltre al già citato Oscar de la Renta, ci sono anche brand come: Mark Cross, La Perla, Christopher Kane, Deveaux, Mira Mikati, Boglioli, Clé de Peau Beauté e RéVive Skincare.

Amazon - Andy Jassy

Amazon Luxury Stores fa tremare Zalando & Co

Considerando che le piattaforme del lusso sono già presenti in Europa da tempo, i nuovi negozi di Amazon riusciranno a battere la concorrenza? Al momento, non possiamo esprimerci, ma è certo che Zalando, Farfetch, Mytheresa, Net-a-porter, Matchesfashion e 24 Sèvres stanno iniziando a tremare. Tutte queste piattaforme offrono un servizio di rivendita impeccabile e nemmeno il Covid-19 ha incrinato i guadagni. Pertanto, viene da pensare che non ci sia motivo di preoccuparsi. Eppure, trattandosi di Jeff Bezos l’entusiasmo dei colleghi dei ‘negozi di lusso’ hanno l’entusiasmo pari a zero.

ultimo aggiornamento: 11-09-2021


Le panchine giganti che fanno sentire gli adulti un po’ bambini: ecco dove trovarle

Due parchi eolici in Sicilia ed Emilia Romagna: il progetto verde Agnes