Prime Air è il servizio che sarà lanciato a Lockerford, in California da Amazon: inizia l’era delle consegne via drone.

Il servizio di consegna mediante droni di Amazon, Prime Air, inizierà a servire i clienti entro la fine di quest’anno, come annunciato dalla società. Le consegne con questo mezzo saranno lanciate – per la prima volta – a Lockeford, in California, una comunità con una popolazione di circa 3.500 abitanti. Prime Air sta collaborando sia con la Federal Aviation Administration che con i funzionari locali di Lockeford e, a breve, otterrà il permesso dalle autorità competenti per iniziare le operazioni di consegna dei droni.

Amazon lancia Prime Air: pronte le consegne con il drone

Gli sforzi di Amazon per sviluppare un sistema di aeromobili senza equipaggio (UAS) per i servizi di consegna sono stati resi pubblici per la prima volta nel 2013. Alla fine del 2015 è stato presentato un prototipo ibrido aggiornato, un “elicottero multirotore” progettato per il sollevamento verticale e una transizione al volo orizzontale con una portata di 15 miglia. Questa versione era una delle tante; la società ha sviluppato, infatti, più di 12 prototipi nelle proprie strutture: “I nostri algoritmi utilizzano una suite diversificata di tecnologie per il rilevamento degli oggetti“, ha riferito la società.

Drone per il trasporto di merci
Drone per il trasporto di merci


La società ha chiesto formalmente l’approvazione della FAA per operare come vettore aereo senza pilota Part 135 per consegne di droni commerciali negli Stati Uniti a metà del 2019. All’epoca, Amazon richiese un’autorizzazione per consentire l’inizio delle operazioni di Parte 135 con la sua flotta di aerei cargo prima che il suo drone MK27, destinato alle operazioni Prime Air, ricevesse il certificato di aeronavigabilità.

Consegne senza pilota: come funziona il drone

Amazon ha rivelato di aver sviluppato un sofisticato sistema di rilevamento ed evitamento per consentire ai droni di effettuare le consegne senza osservatore visivo. Il sistema è stato creato per le operazioni a distanze maggiori e per garantire la sicurezza, evitando gli ostacoli sia fissi che mobili, prevenendo le collisioni.

Abbiamo progettato il nostro sistema di rilevamento ed evitamento per due scenari principali“, ha affermato Amazon: “per essere al sicuro durante il transito e per essere al sicuro quando ci si avvicina al suolo. Quando volano verso il luogo di consegna, i droni devono essere in grado di identificare gli ostacoli statici e mobili“.

Il drone Prime Air verificherà la presenza di una piccola area nel luogo di consegna che sia priva di ostruzioni prima di scendere verso terra, librarsi e rilasciare il pacco. Il certificato di vettore aereo della FAA è necessario per operare con droni che utilizzano la tecnologia che permette di rilevare ed evitare gli ostacoli, anche senza l’aiuto di un pilota. Secondo Amazon, “Prime Air è una delle sole tre società di consegna di droni che ha subito il rigoroso processo” per ottenere questo certificato dalla FAA.

Nuovi posti di lavoro

I clienti Amazon Prime a Lockeford che utilizzano l’opzione di consegna gratuita Prime Air saranno un punto di riferimento importante, poiché l’azienda continua a sviluppare la tecnologia e ad aumentare le operazioni, per offrire servizi di consegna a più clienti. Amazon ha rivelato, inoltre, che questo lancio inaugurale a Lockeford includerà investimenti nella comunità, visto che saranno creati nuovi posti di lavoro e nuove partnership con aziende e organizzazioni locali.

Heidi Schubert, ingegnere software senior presso Prime Air, crea un software di gestione del traffico dei droni per abilitare i servizi di consegna. In sostanza, ha spiegato, “costruiamo una mappa dell’area e la usiamo per pianificare un percorso dettagliato che aiuti il ​​drone a raggiungere la sua destinazione in sicurezza“.

Con Prime Air, il team punta a combinare sviluppo e ricerca per raggiungere un obiettivo prefissato. “Si tratta di utilizzare il movimento dei robot per fornire valore ai clienti e alle comunità”, ha affermato.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 28-06-2022


Pos obbligatorio dal 30 giugno, attenzione alle sanzioni: una fissa e l’altra variabile

Ferragamo assume la prima persona con Sindrome di Down