Il fumo sarà vietato sulle spiagge di Barcellona a partire dal mese di luglio: una misura attuata nel rispetto dell’ambiente.

I turisti a Barcellona non dovranno più fare i conti con mozziconi di sigaretta a partire da luglio, quando la seconda città più grande della Spagna vieterà il fumo su tutte le sue spiagge. Le autorità della città spagnola hanno dichiarato che la misura segue un progetto pilota – avviato lo scorso anno – che ha bandito il fumo in quattro delle dieci spiagge locali della città.

Barcellona, divieto di fumo in spiaggia da luglio

Niente fumo sulle spiagge di Barcellona a partire da luglio 2022. In un comunicato diramato, leggiamo quanto segue: “Le spiagge in cui non è consentito fumare offriranno aree di vita comuni più sane, con meno rifiuti e rispetteranno la difesa dell’ambiente“.

Vietato fumare in spiaggia
Vietato fumare in spiaggia

Diverse regioni spagnole imposero divieti – già a partire dal 2020 – per controllare la diffusione del Covid-19.

Altri posti, come le Isole Baleari, tra cui Maiorca, adottarono la misura prima della pandemia per motivi legati alla tutela ambientale. Le Isole Canarie, l’Andalusia, la Galizia e Valencia hanno tutte introdotto il divieto parziale o totale di fumare sulle loro spiagge.

Le multe per chi non rispetta il divieto

Sebbene il divieto entrerà in vigore a luglio, il consiglio comunale di Barcellona ha affermato che questo mese sarà lanciata una campagna di comunicazione per iniziare a sensibilizzare la popolazione.

Con questo tipo di iniziativa si è riscontrata una significativa riduzione del numero di mozziconi di sigaretta lasciati nella sabbia, che sono altamente inquinanti.

I media catalani riferiscono che il 20% della popolazione di Barcellona fuma, ma solo il 10% lo fa in spiaggia. Le dieci spiagge interessate dalla nuova norma coprono poco più di tre miglia di costa, con multe per chiunque violi il divieto fissate a € 30. Eloi Badia, assessore alla Transizione ecologica, ha dichiarato: “L’anno scorso nessuno è stato multato. Tutti hanno capito perfettamente la situazione“.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 16-04-2022


Congedo parentale, cambiamenti in vista: aumentano i giorni e l’età dei figli

Ogyre, la startup italiana che ripulisce il mare dalla plastica insieme alle comunità di pescatori