Il termine biodiversità si riferisce alla varietà della vita sulla Terra a tutti i suoi livelli, dai geni agli ecosistemi e può comprendere processi evolutivi, ecologici e culturali che sostengono la vita.

La biodiversità include non solo le specie che consideriamo rare, minacciate o in pericolo di estinzione, ma anche tutti gli esseri viventi, dagli esseri umani agli organismi di cui sappiamo poco, come microbi, funghi e invertebrati. È il fondamento dei servizi ecosistemici a cui il benessere umano è intimamente legato. Nessuna caratteristica della Terra è più complessa, dinamica e varia dello strato di organismi viventi che occupa le sue superfici e i suoi mari e proprio questa importante componente sta subendo un cambiamento drammatico per mano degli umani da diverso tempo.

Questo strato di organismi viventi – la biosfera – attraverso le attività metaboliche collettive delle sue innumerevoli piante, animali e microbi unisce fisicamente e chimicamente l’atmosfera, la geosfera e l’idrosfera in un sistema ambientale all’interno del quale milioni di specie, inclusi gli esseri umani, hanno prosperato. Aria respirabile, acqua potabile, suoli fertili, terre produttive, mari abbondanti e clima sono manifestazioni del funzionamento della vita. Ne consegue che le influenze umane su larga scala sul biota hanno enormi impatti sul benessere umano, ma anche sulla stessa natura.

Biodiversità
Biodiversità

Che cos’è la biodiversità e perché è importante?

In Ecosystems and Human Well-Being – A Framework For Assessment, la biodiversità è definita come: “la variabilità tra gli organismi viventi da tutte le fonti, inclusi, tra l’altro, gli ecosistemi terrestri, marini e altri ecosistemi acquatici e i complessi ecologici di cui fanno parte; ciò include la diversità all’interno delle specie, tra le specie e degli ecosistemi“.

L’importanza di questa definizione è che richiama l’attenzione sulle molte dimensioni della biodiversità. Riconosce esplicitamente che ogni biota può essere caratterizzato dalla sua diversità tassonomica, ecologica e genetica e che il modo in cui queste dimensioni della diversità variano nello spazio e nel tempo è una caratteristica chiave della biodiversità stessa.

La biodiversità è importante per la maggior parte degli aspetti della nostra vita. Apprezziamo la biodiversità per molte ragioni, alcune utilitaristiche, altre intrinseche, sia per ciò che fornisce agli esseri umani, sia per il valore che ha di per sé. I valori utilitaristici includono molti bisogni fondamentali che gli esseri umani ottengono dalla biodiversità come cibo, carburante, riparo e medicine. Inoltre, gli ecosistemi forniscono servizi cruciali come l’impollinazione, la dispersione dei semi, la regolazione del clima, la purificazione dell’acqua, il ciclo dei nutrienti e il controllo dei parassiti agricoli.

Ape sui fiori
Ape sui fiori

La biodiversità ha anche valore per potenziali benefici non ancora riconosciuti, come nuovi farmaci e altri possibili servizi ancora da delineare e ha un valore culturale per gli esseri umani, ad esempio per ragioni spirituali o religiose. Questo è più un concetto filosofico, che può essere definito come il diritto inalienabile di esistere.

Infine, il valore della biodiversità può essere compreso anche attraverso le relazioni che creiamo e per cui ci battiamo l’uno con l’altro e con il resto della natura. Possiamo apprezzare la biodiversità per il modo in cui plasma chi siamo, le nostre relazioni reciproche e le norme sociali. Questi valori relazionali fanno parte del senso di benessere individuale o collettivo delle persone, della responsabilità e del legame con l’ambiente.

Cosa si può fare per proteggere la biodiversità?

La biodiversità – oltre alle piante e agli animali sulla terra – fa riferimento anche agli ecosistemi locali e la promozione di condizioni salutari per la crescita degli organismi. Anche se proteggere le foreste pluviali sembra un compito arduo, ognuno può fare molto per promuovere e preservare la biodiversità locale nel proprio piccolo.

  • Sostenere le imprese locali: acquistare regolarmente da agricoltori locali negli stand o nei mercati aiuta a far circolare l’economia locale e sostiene gli sforzi dell’agricoltura per preservare la biodiversità. Molti agricoltori attuano la gestione integrata dei parassiti, offrendo prodotti di alta qualità quasi senza alcun intervento chimico. In questo modo si può mangiare cibo locale fresco di stagione e, allo stesso tempo, sostenere finanziariamente gli agricoltori locali.
  • Salvare le api: le api sono importanti per preservare la biodiversità, ma sono sempre più attaccate dagli acari della varroa. Possiamo salvarle, piantando, nel nostro cortile – se lo abbiamo – fiori selvatici che producono nettare o persino costruendo scatole per api che possono fungere da loro casa. Quando si intraprendono, inoltre, dei progetti fai-da-te per la casa, dobbiamo essre consapevole dei prodotti che usiamo, poiché i normali pesticidi da cortile possono essere dannosi o mortali per le api.
Acqua
Acqua
  • Pianta fiori, frutta e verdura locali: cerchiamo la flora, i frutti e le verdure originari della nostra zona e piantiamone una varietà in cortile o in un giardino pensile. I vivai possono essere un’ottima fonte di informazioni sulla manutenzione e la cura delle piante. Possono anche specificare da dove provengono le loro piante: più sono locali, meglio è. Sostenendo la fauna locale, si contribuisce a preservare la biodiversità della propria zona e a sostenere l’ecosistema locale.
  • Docce più brevi: la biodiversità dipende dall’abbondanza di acqua dolce locale. Fare una doccia di cinque minuti e chiudere l’acqua mentre ci si lava le mani e i denti permette di non sprecarne più del dovuto.
  • Rispettare gli habitat locali: le piante che crescono nei parchi e nelle riserve naturali vicino al posto in cui si vive spesso svolgono un ruolo importante nella conservazione dell’ecosistema locale. Quando siamo all’aperto, bisogna proteggere la biodiversità locale attenendosi al sentiero escursionistico. Inoltre, è importante aiutare i bambini e gli animali domestici a fare lo stesso.
  • Conoscere la fonte: è importante controllare i prodotti che acquistiamo e le aziende che supportiamo per assicurarci che le nostre abitudini di acquisto non contribuiscano alla distruzione dell’habitat in posti specifici.

Perché la biodiversità è a rischio?

Gli esseri umani sono arrivati ​​a dominare il pianeta, causando rapidi cambiamenti dell’ecosistema e una massiccia perdita di biodiversità in tutto il pianeta. Ciò ha portato alcune persone a riferirsi ai tempi in cui viviamo con il termine antropocene. Anche se – va sottolineato – la Terra, da sempre, sperimenta cambiamenti ed estinzioni, negli ultimi tempi si stanno attuando a un ritmo senza precedenti.

Le principali minacce dirette alla biodiversità riguardano la perdita e la frammentazione dell’habitat, l’uso non sostenibile delle risorse, le specie invasive, l’inquinamento e il cambiamento climatico globale. Le cause alla base della perdita di biodiversità, come l’aumento della popolazione umana e il consumo eccessivo sono spesso complesse e derivano da molti fattori correlati.

Prendersi cura del pianeta Terra
Prendersi cura del pianeta Terra

La buona notizia è abbiamo il potere di cambiare le nostre azioni per garantire la sopravvivenza delle specie e la salute e l’integrità dei sistemi ecologici. Comprendendo le minacce alla biodiversità e il modo in cui si svolgono nel contesto, possiamo essere preparati al meglio per gestire le sfide della conservazione. Oltre 100.000 aree protette, inclusi parchi nazionali, rifugi per fauna selvatica, riserve di caccia e aree marine protette, gestite sia dai governi che dalle comunità locali, forniscono habitat per la fauna selvatica e aiutano a tenere sotto controllo la deforestazione.

Quando la protezione dell’habitat non è sufficiente, altri tipi di azioni di conservazione come il ripristino, la reintroduzione e il controllo delle specie invasive hanno avuto impatti positivi. E questo tipo di sforzi vanno a migliorare le politiche ambientali su scala locale, regionale e globale. Infine, le scelte di vita degli individui e delle comunità possono avere un grande effetto sulla biodiversità e sull’ambiente. Anche se forse non possiamo tenere sotto controllo tutti gli impatti umani negativi sulla biodiversità, con la conoscenza possiamo cambiare la direzione e la forma dei nostri effetti sul resto della vita sulla Terra.


Perché il 2 giugno in Italia si celebra la Festa della Repubblica?

Ripartono i voli: i diritti da conoscere per ottenere il rimborso del biglietto aereo in caso di disagi