La piscina sospesa di Londra apre i battenti: la Sky Pool si trova all’Embassy Gardens di Nine Elms e permette di “volare” nuotando.

Dal 19 maggio 2021 a Londra si può nuotare in volo. Succede alla Sky Pool dell’Embassy Gardens: la prima piscina al mondo sospesa nel vuoto. Questa struttura unica nel suo genere è stata costruita tra due palazzi, il decimo e l’ultimo piano dei lussuosi Legacy Buildings, e verrà finalmente inaugurata dopo il rinvio della scorsa estate a causa della pandemia. Profonda tre metri, larga cinque e lunga 25 metri, la Sky Pool si trova nella zona di Nine Elms, a sud-ovest della City.

Com’è fatta la piscina sospesa di Londra?

La “floating swimming pool” permette ai soci dell’esclusivo Eg:le Club di nuotare “sospesi” da terra, a ben 35 metri di altezza. Progettata nel 2013 in Colorado dall’architetto Hal Currey di Arup Associates con gli ingegneri strutturali di Eckersley O’Callaghan, la piscina sospesa è realizzata in acrilico autoportante ed è sostenuta da un telaio d’acciaio.

I lati hanno uno spessore di 200 mm e 3,2 metri di profondità, il fondo è spesso 300 mm. La Sky Pool ha una capacità di 375mila litri d’acqua, un peso di 50 tonnellate e copre uno spazio di 14 metri tra i due edifici, con gradini e sistemi di filtraggio alle due estremità. I progettisti hanno aggiunto cinque modalità di illuminazione diverse per rendere l’esperienza ancora più magica.

Volevamo realizzare qualcosa che non era mai stato fatto prima d’ora – spiega l’amministratore delegato del gruppo Ballymore, Sean Mulryan –. Nuotare nella Sky Pool sarà un’esperienza davvero unica: sembrerà di fluttuare nell’aria. La mia visione nasce dal desiderio di spingere oltre i limiti dell’immaginabile i confini della costruzione e dell’ingegneria”.

 “Una volta che sei immerso e stai nuotando, puoi guardare direttamente di sotto: sarà come volare”, è la promessa di Brian Eckersley, il direttore di Eckersley O’Callaghan e coordinatore dei lavori, che si legge sul sito dell’Embassy Gardens.

Chi ha “inventato” la prima piscina nel vuoto tra due palazzi?

In verità l’idea della piscina sospesa nel vuoto risale al 1930 ed è italiana. L’ingegnere e architetto razionalista Costantino Costantini e l’architetto Luigi Moretti progettarono una piscina pensile per bambini al Foro Italico di Roma. La vasca, coperta da 25 metri posizionata in un corridoio tra due edifici, era sospesa da terra “come una nuvola squadrata”.

A differenza di quella romana, la Sky Pool di Londra consente di ammirare dall’alto il Tamigi e le bellezze di Nine Elms, come la Battersea Power Station e la Newport Street Gallery. L’ingresso, invece, non è per tutti: l’accesso è riservato agli iscritti all’Eg:le Club e ai residenti dell’Embassy Gardens.


Al Circeo rinvenuti straordinari reperti di uomini di Neanderthal

Perché si parla sempre di Generazione Z e cosa vuol dire esattamente?