Spediti 27 milioni di pacchi nel mese di dicembre: questo il record raggiunto da Poste Italiane nell’ultimo mese del 2020.

Un vero e proprio record quello battuto da Poste Italiane nel corso del mese di dicembre 2020. Nell’ultimo mese dell’anno che si è concluso, infatti, PT ha consegnato ben 27 milioni di pacchi. Un traguardo importante, considerando che, la gran parte delle spedizioni, provenivano dagli e-commerce che si affidano al gruppo. Per il futuro, Poste Italiane punta al green per impattare al minimo sull’ambiente.

Poste Italiane da record: spediti 27 milioni di pacchi a dicembre 2020

Poste Italiane - cassetta delle lettere

Poste Italiane ha spedito 27 milioni di pacchi nel mese di dicembre del 2020. Un risultato incredibile, che è frutto, soprattutto, delle vendite legate all’e-commerce. Sono ben 20 milioni, infatti, i pacchi spediti per gli acquisti online, con un incremento di quasi 10 milioni rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019. In sostanza, si registra una crescita del 56%.

Matteo del Fante ha rivelato i dati nel corso del TGPoste. Un risultato che inorgoglisce e dà soddisfazione, visto che è stato frutto di una strategia volta al rafforzamento della leadership, in merito ai servizi di spedizione legati al commercio online.

A portare a questo importante traguardo, anche l’apertura del centro di smistamento a Roma, il quale sarà supportato dall’attività che sarà svolta anche dall’apertura di un ulteriore hub nella città di Milano. Per questo motivo, PT si avvarrà della collaborazione di due startup: Milkman, che si occupa di consegne personalizzate e sennder GmbH, specializzata nel trasporto di pacchi anche su lunghe distanze.

La svolta green di PT

Oltre il successo ottenuto da PT per quel che concerne la spedizione di milioni di pacchi nel mese di dicembre 2020, l’azienda ha in programma di abbracciare una svolta green, per quel che concerne le attività che svolgerà nell’immediato futuro.

Per attuare questo ottimo proposito, Poste Italiane punta a mettere in campo 26 mila mezzi di trasporto a impatto ambientale contenuto, entro il 2022, sia per il trasporto dei pacchi, sia per quel che concerne la consegna della posta ordinaria.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini