Nel giorno della festa della donna, a Roma è apparso un murale dell’artista Laika: un abbraccio tra Russia e Ucraina per dire no alla guerra.

Laika, una street artist romana, ha dedicato alle donne ucraine e russe un bellissimo murale che sta facendo il giro del web. Un’immagine semplice, che però trasmette il vero terrore della guerra, quello che provano le persone che, da un giorno all’altro, vedono la loro vita andare in frantumi. Non solo, l’opera sottolinea un dato che ai potenti, specialmente a Vladimir Putin, è sfuggito: Russia e Ucraina sono fratelli e non hanno voluto e continuano a non volere la guerra.

Russia e Ucraina: il murale di Laika conquista il web

Nel giorno della festa della donna, ricorrenza fissata all’8 marzo ma che dovrebbe occupare i restanti 364 giorni, in una zona di Roma è apparso un murale che ha attirato l’attenzione dei cittadini. Grazie al potere dei social, l’immagine è diventata virale in pochissimo tempo, diventando nota in ogni angolo del mondo. L’artista che lo ha disegnato è già nota agli appassionati di street art. Stiamo parlando di Laika, di cui non si conosce né la vera identità e nemmeno la città di origine. Ciò che è certo, invece, è il luogo dove appaiono i suoi murales: la Capitale. E’ proprio a Piazzale Ostiense, nei pressi della fermata della metro Piramide, che l’8 marzo è apparsa “МИР – Pace, Atto II“.

Una donna ucraina con i capelli biondi e una donna russa con la chioma scura si abbracciano. Piangono insieme, stretta l’una nelle braccia dell’altra, con i loro corpi, contraddistinti dalla bandiera del Paese di appartenenza, che si fondono. In basso campeggia la scritta МИР, che significa proprio pace.

É un 8 marzo drammatico. La guerra che sta imperversando colpisce in modo particolare donne e bambini, le vittime civili si contano a decine di migliaia dopo anni di conflitto iniziato nel 2014 e che vive in queste settimane un’escalation devastante. Le donne ucraine e quelle russe sono unite dalle atrocità che stanno subendo“, ha scritto Laika su Instagram per presentare ai fan la sua ultima opera.

Russia e Ucraina non vogliono la guerra di Putin

Dall’esplosione della guerra in Ucraina sono tante le immagini che hanno colpito il cuore e lo stomaco delle persone. Tra queste c’è anche il murale di Laika che, pur essendo semplice, ha dimostrato alla perfezione ciò che russi e ucraini urlano da giorni: questo conflitto, assurdo e inaccettabile, non lo vuole nessuno.

Chi ha perso la casa, chi un marito, un figlio, chi la propria stessa vita in una guerra tra popoli fratelli che, tutto ad un tratto, si trovano nemici per gli interessi economici e politici di chi li governa.
E poi ci arrivano le immagini dei negoziati di pace in cui non è presente nemmeno una donna. Oggi voglio celebrare tutte le donne russe e ucraine perché nessuna di loro avrebbe voluto questa guerra
“, ha scritto Laika su Instagram.

Mi soffermerei su “interessi economici e politici di chi li governa” e “non è presente nemmeno una donna“, frasi che ci fanno riflettere e non poco. Le donne, anche davanti ai dettami del ‘dio’ denaro, non avrebbero mai mandato a morire i ‘propri’ figli.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 11-03-2022


Russia, quali sono le aziende che non hanno ancora abbandonato il Paese?

Confrontare i prezzi della benzina e risparmiare con le migliori app per smartphone