Alla prima edizione completamente digitale di CES 2021, spiccano alcune aziende che hanno presentato soluzioni innovative in tema di salute, smart working e guida sicura.

L’emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19 ha costretto il Consumer Electronics Show alla sua prima edizione completamente digitale. Nonostante le limitazioni, il CES 2021 continua a puntare su settori come intelligenza artificiale e connettività, specie tra le tante proposte che arrivano dalle start-up italiane dell’hi-tech. Sono 53 le nostre aziende coinvolte nella fiera, meno delle 100 inizialmente previste ma più delle 25 del 2019 e delle 46 del 2020.

CES 2021, novità e innovazioni dalle start-up italiane

I campi d’intervento sono svariati: realtà virtuale, e-commerce, intelligenza artificiale, cloud computing, internet delle cose.

Ar Market è una giovane società romana che crea esperienze immersive in realtà aumentata e virtuale per dare vita ai progetti di business e di innovazione tecnologica delle aziende. Al CES di quest’anno, Ar Market partecipa con un progetto di istruzione e lavoro.

Sempre nel settore dell’IA, Dilium è un’azienda milanese che sviluppa siti web, APP native, realtà aumentata e virtuale, giochi e software. Proprio al CES 2021 Dilium presenta in esclusiva Leyer, un prototipo di Smart Mirror che si prende cura della salute delle persone. Come un vero specchio, Leyer è progettato per visualizzare e analizzare i dati raccolti da diversi dispositivi come smartphone, smartwatch e fitness tracker connessi ad Apple Health. L’interfaccia organizza e ridisegna il modo di vedere e lo stato di salute dell’utente integrandosi nella sua routine quotidiana.

Da Bologna arriva Cubbit, l’azienda che con le Cubbit Cell ha lanciato il primo servizio di cloud storage gratuito, criptato e completamente illimitato. Evway, travel network milanese di prodotti e servizi per la mobilità elettrica, lancia al CES 2021 la nuova versione di Route220. L’app per chi guida elettrico in Europa fornisce informazioni complete, precise e aggiornate in tempo reale per consentire agli automobilisti la migliore esperienza di ricarica.

Revelis è invece una innovativa società calabrese che realizza soluzioni di intelligenza artificiale grazie al big data management. Gli AI specialist della start-up mostrano al CES 2021 ai-Guard. La piattaforma software, sulla base di una rete neurale per l’analisi di video in tempo reale, è in grado di monitorare la sicurezza sul lavoro avvisando coloro i quali si trovano in un ambiente che non rispetta le misure anti-COVID.

CES 2021: prima edizione digitale

Carlo Ferro, il presidente dell’Ice (l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), spiega a Wired che “i temi del digitale come strumento di risposta alle difficoltà del business e nelle relazioni interpersonali hanno portato esempi e iniziative estremamente significative“.

Una tecnologia innovativa
La tecnologia innovativa passa dal CES

Nella speranza che tutto torni presto alla normalità, l’edizione completamente digitale del Consumer Electronics Show può comunque trasformarsi in un vantaggio da cogliere. “La digitalizzazione dei sistemi fieristici – aggiunge Ferro – è un’opportunità di estendere a 365 giorni all’anno l’attività di network e relazioni di business che si creano in fiera“.

Gli interventi a supporto delle imprese – conclude il numero uno dell’Ice – devono essere ispirati da un buon bilanciamento tra reazione e visione. La reazione è ciò che serve a ripartire da una situazione di emergenza, assicurando alle imprese italiane di essere pronte a ripartire da dove si erano fermate. La visione è aiutarle a posizionarsi su modelli di commercio internazionale e competizione sui mercati che già stavano cambiando“.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini