Classe 1978, Alberto Catania è Amministratore Delegato di Car Village, parte del Gruppo Intergea: biografia, carriera e successi personali.

Da Roma a Firenze, passando per Milano, Torino e Palermo. Il percorso professionale di Alberto Catania è caratterizzato da numerosi spostamenti lungo la penisola e non solo, tappe fondamentali di un percorso in ascesa che attualmente lo vede impegnato come Amministratore Delegato di Car Village S.r.l., parte del Gruppo Intergea S.p.A. e concessionaria ufficiale per i brand Fiat, Lancia, Abarth, Fiat Professional e Jeep.

La forte determinazione e la passione per il mondo delle auto, che ha accompagnano il manager da sempre, gli hanno permesso di costruire una brillante carriera nel comparto ottenendo numerosi incarichi.

Alberto Catania
Alberto Catania

Chi è Alberto Catania: la biografia

Nato a Roma, classe 1978, Alberto Catania ha conseguito il diploma di perito tecnico industriale e la laurea in ingegneria meccanica presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, sviluppando curiosità e attenzione verso l’ambito manageriale.

Dopo un’esperienza oltreconfine, precisamente in Inghilterra per imparare l’inglese, ha iniziato il suo percorso professionale inizialmente lontano dal settore automobilistico.

Alberto Catania: la carriera

Catania è entrato nel settore auto con la società di consulenza MSX, diventando in seguito responsabile di zona per Toyota Motor Italia, che ha rappresentato per lui una scuola efficace soprattutto per la possibilità di toccare con mano i processi.

A questa esperienza ha fatto seguito l’ingresso in Fiat prima come Sales Zone Manager Alfa Romeo, poi come Area Manager Europa. È proprio all’interno dell’headquarter Alfa Romeo che ha potuto acquisire solide esperienze in ogni segmento del business legato al mondo auto: rental car, usato, incentivi e sviluppo rete. Un percorso in ascesa che lo ha portato a ottenere la responsabilità delle vendite prima del Sud e poi del Nord Italia, fino a diventare nel 2016 Direttore marketing e comunicazione del brand Jeep per l’Italia. È iniziato così un biennio molto intenso, registrando la più veloce crescita in Europa per un brand automobilistico con risultati record, trasformandolo così da un brand di nicchia sotto al 2% di quota ad oltre il 4,5%.  

Alberto Catania
Alberto Catania

Per esigenze personali, successivamente, il manager si è trasferito a Palermo dove ha lavorato come Direttore del Motor Village, concessionaria di proprietà del gruppo Fiat.

È stato Alberto Di Tanno, Presidente e AD del Gruppo Intergea, a proporgli un nuovo incarico che gli ha portato nuovi stimoli e nuova energia: dall’agosto 2020 è Amministratore Delegato di Car Village S.r.l. a Firenze, azienda dal potenziale elevato ma prossima al fallimento che Catania ha saputo trasformare in una società tecnologicamente all’avanguardia anche investendo in un team di venditori giovani.

Quotidianamente Catania si occupa di Car Village a trecentosessanta gradi, focalizzandosi sul ruolo di AD ma anche sull’aspetto commerciale, dedicando molto tempo anche alla formazione della nuova squadra di sales.

“L’azienda dopo quasi un anno è cresciuta, otteniamo delle performance al pari dei top dealer dell’Italia e ciò ci fa ben sperare che la direzione presa sia quella giusta, che ci sia ancora tanto potenziale. A distanza di un anno e mezzo sono contento di aver fatto questa scelta e la rifarei per tutta la vita.”

Rompere per poi ricostruire è proprio la chiave del successo per Catania, la filosofia che ha cercato di portare nella nuova realtà mettendo in pratica quanto acquisito grazie all’esperienza nel Gruppo Fiat, a contatto con la squadra di Marchionne e Altavilla. Il modus operandi del manager è basato sull’analisi approfondita di ogni aspetto, sulla costruzione di un piano per arrivare alle performance migliori.

3 curiosità su Alberto Catania

Alberto Catania si definisce equilibrato e ambizioso, consapevole di come il risultato si ottenga solo con il duro lavoro.

“Dietro al risultato c’è umiltà, c’è la volontà di mettersi in gioco di continuo.”

Tra i suoi interessi primeggia lo sport a 360 gradi, dalla mountain bike al downhill, dal tennis alla palestra.

“La mountain bike è una similitudine alla vita: tante salite e tanta fatica, ma è proprio la fatica a rilasciare un ormone che ti riporta in sella. Anche questa è la parte bella sia dello sport sia della vita.”

Pensando al futuro, tra un decennio il manager si vede ancora a gestire Car Village ma in un assetto più grande e più importante, portando avanti un progetto di espansione per rilevare tutte le opportunità che si presentano in Toscana.

“Nel 2023 inizieremo a gestire un’altra azienda nel territorio toscano, una concessionaria con due sedi, e da lì tutte le opportunità che verranno fuori.”

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 22-12-2021


Chi è Maria De Nobili, direttore della divisione automotive di Nobis assicurazioni

Chi è Laura Profumo, chef e proprietaria dell’Hotel Ristorante La Quartina sul Lago di Mergozzo