Commissario europeo per l’economia, Paolo Gentiloni è stato anche Presidente del Consiglio ed è un politico di ampio profilo tra i suoi colleghi.

Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’economia, è tra i candidati per ricoprire il ruolo di presidente della Repubblica dopo Sergio Mattarella. Con una lunga carriera in politica, iniziata accanto a Mario Capanna nel Movimento Studentesco, è stato tra i membri fondatori del partito di estrema sinistra La Margherita. Scopriamo qualcosa in più sulla sua biografia e sulla carriera

Chi è Paolo Gentiloni: la biografia

Classe 1954, Paolo Gentiloni nasce il 22 novembre a Roma. Dopo la scuola elementare ad indirizzo montessoriano e il liceo classico, si iscrive alla facoltà di Scienze politiche dell’Università La Sapienza di Roma. Durante gli studi accademici, è membro del Movimento Studentesco, un’organizzazione di estrema sinistra guidata da Mario Capanna. Quest’ultimo, in un secondo momento, fonda il partito di Democrazia Proletaria, ma Gentiloni decide di non seguirlo e aderisce al Movimento Operaio per il Socialismo. Si tratta di un gruppo maoista di estrema sinistra, di cui diviene segretario regionale del Lazio.

Nel frattempo, Paolo svolge la professione di giornalista professionista e nel 1983 diventa direttore del mensile La Nuova Ecologia, promosso da Legambiente e poi diventato di proprietà de L’Espresso. Dieci anni dopo decide di accantonare la carriera della carta stampata e partecipa alla campagna elettorale di Francesco Rutelli. Nelle vesti di portavoce del sindaco, responsabile della comunicazione e assessore al Turismo e al Giubileo lavora dal Comune di Roma dal 1993 al 2000. Dimessosi dagli incarichi per la Capitale, nel 2001 coordina la campagna dell’Ulivo per le elezioni politiche e diviene membro della Camera dei Deputati del Parlamento italiano.

Membro fondatore de La Margherita, partito cristiano di sinistra, dal 2002 al 2007 vi ricopre il ruolo di portavoce per la comunicazione. Quasi in contemporanea, precisamente dal 2005 al 2006, viene eletto presidente della Commissione di vigilanza sui servizi radiotelevisivi della televisione di Stato (RAI). Ministro delle Comunicazioni nel governo di Romano Prodi, nel 2014 veste i panni di ministro degli Esteri per Matteo Renzi. Dal 2016 al 2018 è primo ministro italiano, mentre nel 2019 viene eletto commissario europeo per gli affari economici e monetari della Commissione europea.

Chi è Paolo Gentiloni: la vita privata

Paolo Gentiloni è sposato dal 1989 con l’architetto Emanuela Mauro. Nel corso della loro unione, i due non hanno mai avuto figli. La sua famiglia di origini è fortemente cattolica, ma lui si è sempre definito un “laico“. Parla correttamente 3 lingue, inglese, francese e tedesco. Grande appassionato di calcio, è un tifoso sfegatato della Juventus.

4 curiosità su Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni ha origini nobili: è uno dei discendenti della famiglia dei conti Gentiloni Silveri, nobili di Filottrano, Cingoli, Macerata e Tolentino.

-Negli anni di gioventù, Gentiloni è stato catechista insieme ad Agnese Moro, figlia del noto politico Aldo.

-Ai tempi del liceo, è scappato di casa per partecipare ad una manifestazione studentesca che aveva luogo a Milano.

-Stando ad uno studio della società di consulenza IG del 2018, Gentiloni era tra i leader meno pagati del G7, con 88mila euro all’anno.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


Chi è Giuliano Amato, ex presidente del Consiglio e politico dalla grande carriera

Chi è Pier Ferdinando Casini, dai primi passi nella Democrazia Cristiana all’ultimo periodo