Ecco come operare in sicurezza nel trading online seguendo pratici consigli che evitano di incappare nelle truffe legate a questa attività.

La pandemia di Covid-19 ha spinto molte persone a entrare nel meccanismo del trading online e investire per la prima volta. Alcuni di questi nuovi trader sono ignari dei pericoli prima di avventurarsi in questo nuovo campo. Ciò ha portato a un incremento delle truffe legato a questo tipo di investimento. Ecco qualche consiglio per evitare brutte esperienze.

Trading online: occhio ai truffatori in rete

Molti di questi truffatori trovano le loro vittime sui social media: promettono rendimenti elevati ed enormi profitti garantiti dal trading forex, lavorando per loro conto o chiedendo alle persone di investire denaro nel proprio conto forex al fine di ottenere dei rendimenti garantiti. Questi truffatori – di solito – puntano agli investitori inesperti che vogliono investire i loro soldi nei mercati ma non sanno come farlo.

Per prima cosa, bisogna capire se il broker ha l’autorizzazione e nel paese in cui opera: se, infatti, si investono soldi in mano a un broker, sprovvisto di regolare licenza, c’è il rischio che i soldi investiti vengano persi per sempre, senza possibilità ddi recuperarli.

Un altro passaggio molto importante è quello di leggere le recensioni presenti in rete legate al broker che si sceglie per iniziare la propria attività di trading online. Se avrà recensioni negative, sicuramente sarà bene evitarlo, visto che è inaffidabile.

Non bisogna andare a caccia di bonus: molti broker mettono a disposizione offerte appetitose ad esempio rendimenti garantiti al 100% o un bonus del 100%, promesse di addebiti prossimi allo zero e persino trading senza rischi. Diffidate: si tratta di piste messe in atto per distrarre l’utente e truffarlo.

Trading online
Trading online

Il rischio c’è sempre negli investimenti

È bene diffidare dei broker che minimizzano il rischio. C’è sempre un elemento di rischio nel trading: se ci troviamo di fronte a un broker affidabile, quest’ultimo informerà gli investitori sugli eventuali rischi che potrebbero affrontare, inclusa la perdita dei fondi.

Non farsi ingannare dai testimonial celebri: una tattica – recentemente utilizzata dai truffatori – è quella di reclutare una celebrità note o un influencer come Brand Ambassador. Questa celebrità – nella maggior parte dei casi – non sono a conoscenza del fatto che il broker non è autorizzato: pertanto, aiutano a commercializzare la truffa ai loro fan su Instagram, Facebook, Twitter e così via. Anche se un broker è sostenuto da un volto noto, bisogna sempre controllare se opera legalmente.

Il truffatore online – a volte – si infiltra nella cerchia di conoscenti, diventando amico della futura vittima. In questo modo, crea fiducia e – di conseguenza – inizia a pubblicizzare il suo prodotto ai membri che fanno parte di un determinato gruppo.

Infine, è bene stare alla larga da coloro che pubblicizzano offerte a tempo limitato sugli investimenti: ad esempio, offrono sconti o rendimenti più elevati ai primi cinquanta clienti che aderiscono all’offerta. Queste sono tutte tecniche per accalappiare persone che si fanno truffare senza pensarci bene. Se non si è sicuri di una proposta, è bene lasciarla perdere.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 27-04-2022


Metaverso, come i brand lo stanno utilizzando: da Coca Cola a Balenciaga

Shrinkflation, cos’è la pratica scorretta con cui le aziende ingannano i consumatori