Cosa bisogna fare per poter richiedere la visura camerale online? Scopriamo insieme tutte le informazioni più importanti su come fare.

Se abbiamo bisogno di ottenere informazioni su di un impresa o di un azienda dobbiamo, per forza di cose, sapere come richiedere la visura camerale online.

In Italia, per poter esercitare un’attività economica come impresa (sia essa individuale o societaria) è necessario effettuare l’iscrizione al registro imprese della camera di commercio della provincia dove l’azienda ha sede. I dati relativi a questa iscrizione sono contenuti all’interno di un documento conosciuto come visura camerale.

documenti penna firma
fonte foto: https://unsplash.com/photos/gs0coXLmjdI

In una visura camerale, sia essa online o fisica, sono riportarti diversi dati di tipo legale o anagrafico legati all’impresa. Alcuni di questi dati sono, ad esempio, denominazione, forma giuridica, sede legale, codice fiscale, tipo di attività svolta e così via.

La visura camerale si può richiedere fisicamente, recandosi presso la propria camera di commercio provinciale, o si può richiedere online attraverso l’intercessione di portali come questo o questo

Come richiedere una visura camerale online

Per richiedere una visura camerale online è necessario aprire sul proprio browser uno tra i vari servizi possibili.

Registroimprese.it, ad esempio, permette all’utente di cercare l’impresa sulla base del nome, scremando in base alla provincia dove è presente la sede legale. Una volta selezionata l’impresa a cui si è interessati è possibile richiedere, pagando una cifra tra i 3 ed i 5 euro, la tipologia di visura desiderata.

Visureinrete.it, invece, permette all’utente di cercare un impresa attraverso numero di partita IVA, nome impresa, nome persone e numero R.E.A. Una volta selezionata l’impresa, anche qui, pagando una cifra che va dai 5 ai 10 euro sarà possibile ottenere la tipologia di documento desiderata.

Ottenere una visura camerale online

scaffali archivio fogli visura
fonte foto: https://unsplash.com/photos/05HLFQu8bFw

In base alle nostre necessità è possibile richiedere due diverse tipologie di visura camerale online.
Queste due tipologie sono la visura di tipo ordinario o la visura di tipo storico.

La visura ordinaria o visura semplice riporta le informazioni anagrafiche, giuridiche, economiche e fiscali di un impresa presente nel registro imprese. Tra i dati troviamo i riferimenti d’iscrizione, la denominazione, l’indirizzo della sede, la sede legale, la PEC, il codice fiscale/partita IVA, i certificato di qualità, le cariche amministrative e così via.

La visura storica è più corposa ed ha il compito di fungere da riassunto a tutti i dati dell’impresa in questione a partire dalla sua nascita. Rispetto alla visura ordinaria questo documento contiene anche uno storico delle modifiche avvenute dalla prima presentazione dell’impresa presso il registro al momento della richiesta.

Alcuni degli elementi esclusivi alla visura storica sono le iscrizioni ed i depositi degli atti all’interno del registro imprese o i valori statistici di riferimenti del numero di addetti che sono stati assunti come dipendente dalla prima costituzione della società.

In base all’ente a cui si richiede la visura camerale è anche possibile ottenere una visura camerale ordinaria in lingua inglese. Questo genere di visure è molto utile per le aziende italiane di import-export per spiegare la propria attività ad aziende o autorità estere.

Fonte foto copertina: https://unsplash.com/photos/8aYqlvrVM_Y

ultimo aggiornamento: 04-08-2021


Costo passaporto: come richiederlo, dove farlo e il tempo richiesto

Revoca dimissioni on line: come si fa e chi deve farla