Sapevate che è possibile effettuare la revoca delle dimissioni on line? Scopriamo insieme come si e chi deve farla.

Da qualche anno a questa parte, complice la progressiva informatizzazione delle pubbliche amministrazioni, è possibile effettuare anche la revoca delle dimissioni on line.
Questa pratica è la rassegnazione delle dimissioni prima della loro effettiva entrata in funzione.

Secondo quanto stabilito dalla legge le dimissioni presentate online hanno effetto immediato ma concedono al lavoratore una possibilità. Egli, infatti, ha sette giorni di tempo per ripensare sulla sua scelta ed effettuare quindi una revoca. 

uomo valigia camminata dimissioni
fonte foto: https://unsplash.com/photos/6dW3xyQvcYE

Secondo quanto dichiarato dal ministero del lavoro, se le dimissioni vengono fatte fuori dal preavviso previsto dal contratto collettivo applicato la situazione cambia.
Esse acquisiscono efficacia immediata e diventano non revocabili. Di fatto, in questi casi, il lavoratore è obbligato a risarcire il proprio datore di lavoro per l’equivalente del periodo di mancato preavviso.

Revoca dimissioni telematiche, stesse regole di sempre

Trascorso questo termine non è più possibile per il lavoratore procedere alla revoca in condizioni normali; questo perché, secondo una nota sentenza della cassazione, il lavoratore può effettuare una revoca delle dimissioni anche post sette giorni se dimostra di averle effettuate in stato di stress o turbamento psicologico.

In base ai chiarimenti della corte suprema, in questi casi manca in maniera temporanea la capacità di intendere e volere. Le dimissioni rassegnate da un dipendente per via di un forte stress lavorativo, quindi, sono di fatto annullabili.

Esattamente come per le dimissioni, la revoca di queste stesse può essere fatta unicamente attraverso modalità telematiche pena l’inefficacia.
Bisogna tener presente che, però, esistono delle categorie per cui sono previste procedure differenti dalla rassegna online alle dimissioni.

Revoca dimissioni on line, procedura completa

screenshot dimissioni revoca
fonte foto: https://www.cliclavoro.gov.it/Cittadini/Pagine/Adempimenti.aspx

La procedura di revoca delle dimissioni può essere effettuata dalla propria area riservata del portale ClicLavoro, un ente legato al ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Una volta entrati nella propria area riservata sarà necessario cercare la sezione dimissioni volontarie, la stessa da cui appunto è stata fatta partire la pratica per le dimissioni.
Per i sette giorni successivi alla presentazione delle dimissioni, di fianco al tasto nuovo attraverso sui si dà inizio alla presentazione delle dimissioni, sarà possibile trovare il tasto revoca.
Facciamoci clic sopra per revocare l’ultimo recesso fatto in materia di dimissioni.

Chi è che può revocare online le proprie dimissioni?

uomo computer pianta on line
fonte foto: https://unsplash.com/photos/EZSm8xRjnX0

In base all’attuale normativa a poter effettuare la revoca online delle proprie dimissioni è la maggior parte dei lavoratori.

A non poter effettuare la revoca online (poiché non possono nemmeno presentare le dimissioni in questa maniera) sono queste categorie di lavoratori.

Troviamo i dipendenti pubblici e i lavoratori domestici, troviamo le lavoratrici durante il periodo di gravidanza e la coppia lavoratori/lavoratrici nei primi tre anni di vita del bambino. Infine, tra le categorie, troviamo anche le lavoratrici in un periodo specifico: tra la richieste delle pubblicazioni del matrimonio e l’anno successivo alla celebrazione delle nozze.

Fonte foto copertina: https://unsplash.com/photos/mfB1B1s4sMc

ultimo aggiornamento: 05-08-2021


Tutto quello che bisogna sapere su come richiedere la visura camerale online

Come trovare il formato europeo per il curriculum vitae da compilare