E’ allarme da parte della Polizia postale per l’aumento dei furti di account su Whatsapp: in cosa consiste la truffa e come tutelarsi.

Sono ormai moltissimi gli utenti che segnalano la ricezione di un messaggio sul proprio smartphone con frasi tipo: “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rinviarmelo?”. I messaggi arrivano perlopiù da contatti presenti all’interno della propria rubrica e questo rende più facile la fiducia da parte dell’utente. Una volta fatta l’operazione richiesta si dà il via libera ai criminali che mettono in azione furti di account su Whatsapp ai danni dei malcapitati. La Polizia postale, che ha già lanciato l’allarme, invita a non cliccare su eventuali link presenti nei messaggi di testo.

Come funziona la truffa su Whatsapp

Dopo essere stati tratti in inganno dai malviventi, e aver risposto al messaggio inviando il codice richiesto, la truffa è in atto. Così facendo si consente ai criminali di impadronirsi dell’account Whatsapp dell’utente utilizzando il suo numero di telefono. In questo modo i cybercriminali hanno anche accesso all’intera rubrica dell’utente e possono ripetere la truffa come una sorta di catena di Sant’Antonio. Se l’account è stato violato è possibile recuperarlo accedendo su Whatsapp con il proprio numero e inserendo il codice di 6 cifre ricevuto via sms. Una volta fatto ciò chiunque stia utilizzando il vostro account verrà immediatamente disconnesso. Qualora tale codice non si riceva potrebbe essere che il cybercriminale abbia attivato la verifica in due passaggi.

Un hacker compie un attacco informatico con lo smartphone
Hacker attacco informatico con lo smartphone

Come difendersi dai ladri di account

Per proteggersi dalla truffa innanzitutto bisogna ricordare che i codici che si ricevono via messaggio sono personali e non vanno mai ceduti o inviati a qualcuno. In caso di dubbi è sempre meglio telefonare al mittente che ha inviato un sms con la richiesta del codice e vedere se è vittima della stessa truffa. Oltre poi a non dover cliccare mai sui link presenti nei messaggi ricevuti, è meglio attivare la verifica a due fattori. Per farlo basta andare nelle impostazioni di Whatsapp, dopo le recenti modifiche alla privacy, e così facendo si ha un ulteriore grado di protezione. Qualora la truffa sia stata messa in atto bisogna fare la denuncia subito alla Polizia e avvisare i propri contatti per dire loro di non fidarsi di eventuali sms ricevuti con il vostro numero.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 30-09-2022


Case realizzate con bottiglie di plastica riciclata: il progetto della startup Azure

Cos’è il padel e come praticare questo sport: tutto quello che c’è da sapere