Come fare richiesta per il nuovo passaporto elettronico e come ottenerlo rapidamente grazie alle nuove procedure digitali?

Non tutti sono ancora a conoscenza del fatto che, in Italia, è diventato obbligatorio dotarsi di un nuovo tipo di documento per poter viaggiare nei Paesi extraeuropei: stiamo parlando del passaporto elettronico. 

Il passaporto elettronico non è altro che un libretto costituito da 48 pagine, dotato di un microchip inserito in copertina, che contiene tutti i dati idonei al riconoscimento del titolare, tra cui firma digitalizzata, impronta digitale, foto e i classici dati anagrafici.

Dove ottenere il passaporto elettronico
Come risparmiare tempo nella richiesta
Quanto costa il passaporto elettronico
I documenti necessari

Per quanto riguarda la validità di questo nuovo documento, essa avrà una durata diversa a seconda dell’età del titolare a cui si riferisce.
Nello specifico, il passaporto elettronico è valido 3 anni per i bambini minori di tre anni, vale 5 anni fino al compimento della maggiore età e, infine, ha valenza di 10 anni dai diciotto anni in su.

Se siete ancora in possesso del “vecchio” passaporto non ancora scaduto, niente paura: potete utilizzarlo senza problemi fino alla scadenza e solo allora sostituirlo con quello elettronico. 

timbri viaggi passaporto
Fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/1327536

Vediamo insieme tutte le novità relative al nuovo passaporto elettronico italiano e rispondiamo alle domande principali sull’argomento.

Dove possiamo ottenerlo e quanto tempo ci vuole

Prima di passare ai costi da sostenere, vediamo dove è possibile richiedere il passaporto elettronico e quali sono i suoi tempi di rilascio.

Per poter ottenere questo nuovo documento valido per l’espatrio, abbiamo parecchie alternative a disposizione.
Possiamo rivolgerci agli appositi uffici presenti in Questura; recarci personalmente presso un Commissariato di Polizia o in una stazione dei Carabinieri; o ancora possiamo servirci degli uffici postali o comunali dedicati.

Bisogna, tuttavia, sottolineare che la Questura è l’unico ente pubblico dotato di autorizzazione al prelievo ed alla conservazione delle nostre impronte digitali. 

Una volta scelto l’intermediario, sarà necessario procedere alla compilazione di uno speciale modulo prestampato, che ci verrà fornito dagli agenti o dagli impiegati postali e comunali, che esiste in due versioni diverse: una dedicata ai cittadini maggiorenni e l’altra per quelli minorenni.

Come risparmiare tempo nella procedura di rilascio

A livello di tempistiche, un modo per risparmiare del tempo prezioso è quello di compilare i documenti necessari online sul sito ufficiale della Polizia di Stato (raggiungibile a questo link), procedendo all’accesso con l’identità digitale SPID e recandovi in Questura per il rilevamento delle impronte digitali e per il ritiro del passaporto solo previa prenotazione di un appuntamento.

Screenshot sito passaporto elettronico
Fonte foto: https://www.passaportonline.poliziadistato.it/

Se preferiamo, esiste anche la possibilità di farci spedire il passaporto elettronico direttamente presso la nostra abitazione, a un costo aggiuntivo di 8,20 euro.

Mediamente, i tempi necessari al rilascio del documento equivalgono a meno di 7 giorni in Questura e di due settimane circa se abbiamo scelto di recarci presso gli uffici postali o al Comune.
È chiaro che, nei classici periodi di vacanza estivi o invernali, i tempi possono dilatarsi per cui è sempre meglio iniziare a occuparsene in anticipo.

aeroporto valigia ragazza
fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/725806

Passaporto elettronico: costo complessivo

Ma passiamo al costo del passaporto elettronico: il prezzo base è di 116 euro.
Di questa cifra, 42,50 euro vanno versati tramite bollettino di conto corrente al Ministero dell’Economia e delle Finanze, mentre 73,50 euro è il valore della marca da bollo che dobbiamo acquistare presso un tabaccaio o altri esercenti autorizzati.

Oltre a questi 116 euro, dobbiamo considerare anche i costi delle fototessere (risalenti a non più di 6 mesi prima), il cui prezzo può oscillare, di solito, tra i 5 e i 10 euro; i costi di spostamento per raggiungere la Questura o il Comando di Polizia e quelli di parcheggio, soprattutto se viviamo in una città.

Va anche considerato un evidente dispendio di tempo, necessario allo svolgimento e la buona riuscita della trafila burocratica necessaria. Che però, come abbiamo visto, possiamo ridurre sensibilmente grazie alla digitalizzazione di alcune parti della procedura.

Passaporto elettronico, documenti necessari per adulti e minorenni

Per poter ottenere il rilascio del nuovo passaporto elettronico, è necessario munirsi in anticipo di una serie di documenti specifici. Vediamo insieme quali.

Due premesse importanti riguardano la richiesta di passaporto per figli minori di 18 anni e quello di richiesta a causa di smarrimento o furto del nostro passaporto.

Nel primo caso, se abbiamo intenzione di richiedere il rilascio di un passaporto elettronico per i figli minorenni, oltre al nostro documento di identità dobbiamo ricordare di portare con noi una richiesta scritta firmata da entrambi i genitori. Oltre a ciò, è necessaria una copia del documento di identità del figlio minore e quelle di entrambi i genitori.

Se, invece, stiamo richiedendo il passaporto elettronico poiché abbiamo smarrito il nostro o ce lo hanno rubato, dobbiamo portare con noi anche copia della denuncia di smarrimento o di furto.

passaporto timbro
fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/662103

In tutti i casi generali, invece, i documenti che dobbiamo assicurarci di avere con noi quando ci rechiamo in Questura, dai Carabinieri o in Polizia sono il documento d’identità in corso di validità; una fotocopia del documento di identità, due fototessere (risalenti a non più di 6 mesi prima, pena invalidità), e il vecchio passaporto scaduto, se ne siamo in possesso.

fonte foto copertina: https://pxhere.com/it/photo/662103

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


Cos’è e a cosa serve la cedolare secca: la guida completa

Dichiarazione dei redditi: come funziona e quando inviarla