Se sei alla ricerca di un rimedio efficace e naturale contro questi fastidiosi insetti, ci sono alcune piante antizanzare che dovresti conoscere.

Soprattutto quando arriva l’estate, e specialmente nei posti più umidi, tutti conosciamo bene il disagio causato dalle zanzare. Non tutti, però, amano cospargere il corpo o anche semplicemente inalare prodotti chimici per combatterle. In alcuni casi è l’odore di questi composti a disturbare, oppure i potenziali effetti dannosi per la nostra salute. Esistono rimedi naturali alternativi davvero efficaci per proteggerci dalle zanzare? La risposta è sì, e in particolare vediamo insieme quali sono le piante antizanzare più efficaci.

Come funzionano le piante contro le zanzare?

La natura offre un grande aiuto contro gli insetti molesti. Non parliamo soltanto delle ben note piante aromatiche, ma anche di svariate altre tipologie di piante e fiori. La maggior parte di queste, poi, possono tranquillamente essere coltivate nei nostri giardini o sui nostri balconi e terrazzi.

Fiori e olio essenziale
Fiori e olio essenziale

Tuttavia, bisogna prestare particolare attenzione alla cura delle nostre piantine: lasciar ristagnare l’acqua nei vasi, infatti, potrebbe farci ottenere l’effetto contrario. Quindi, se non vogliamo attirare insetti nelle nostre case, sarà nostra cura effettuare una manutenzione quotidiana e accurata.

Il meccanismo d’azione più diffuso sfrutta l’odore di questi vegetali, che si comporta come un vero e proprio repellente naturale. Le zanzare, e anche altri insetti, ne sono infastiditi e cercano perciò di tenersene alla larga il più possibile.

Non parliamo solo di protezione: ci sono alcune piante che hanno il ruolo, altrettanto prezioso, di curare e lenire dalle punture di zanzara. Tramite l’applicazione a livello topico, quando la nostra prevenzione non avrà avuto successo, si potrà rimediare così al danno già avvenuto.

Quali sono le principali piante contro le zanzare?

Partiamo con la più famosa e utilizzata: la citronella. Si può coltivare sia in giardino, che in vaso. L’unica cosa importante è che sia perennemente esposta alla luce solare. Andrebbe annaffiata circa una volta alla settimana ed è quindi facile da curare anche per chi ha poco tempo a disposizione. La utilizzeremo preparando una lozione spray per la pelle. Per un rimedio dell’ultimo minuto, invece, si può correre in qualsiasi negozio e acquistare una candela alla citronella, dal caratteristico colore giallo.

Ci sono poi piante come la cedrina, la lavanda o la calendula, in grado di allontanare gli odiosi insetti tramite il solo profumo, che per noi è invece estremamente piacevole e delicato. Sarà sufficiente porle vicino a porte, balconi e finestre, così da scongiurare l’ingresso in casa delle zanzare.

L’aloe vera, al contrario, fa parte di quei rimedi post-puntura per chi non vuole ricorre a prodotti chimici o farmaceutici. L’ideale sarebbe applicare il gel direttamente da una foglia d’aloe. Tuttavia, in commercio è facile reperire gel d’aloe in tubetto e dalla composizione 100% biologica. Vi stupirete dell’immediato effetto lenitivo su irritazione e prurito.

Infine, citiamo tre piante che di solito coltiviamo principalmente per altri motivi, ma di cui è noto anche l’effetto repellente. La prima, famosissima fra gli amanti dei felini, è la cosiddetta erba gatta, il cui odore pungente è un eccellente anti-insetto. Poi ci sono i gerani, protagonisti indiscussi e coloratissimi dei balconi mediterranei. L’ultimo potente anti-zanzara che citiamo è il rosmarino, spesso presente nelle nostre case essendo una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina.

ultimo aggiornamento: 07-08-2021


Come trovare il formato europeo per il curriculum vitae da compilare

Chi sono i lavoratori precoci? Tutto quello che dobbiamo sapere