Il colosso dell’e-commerce è arrivato a quota 14mila dipendenti in Italia: in soli due anni Amazon ha raddoppiato il numero di assunzioni nel Belpaese.

Amazon fa il pieno di assunzioni in Italia. Soltanto nel corso del 2021, il colosso dell’e-commerce ha reclutato più di 4.500 persone a tempo indeterminato. La società fondata da Jeff Bezos ha superato del 50% la quota che si era prefissata nel piano annunciato lo scorso giugno e ora conta oltre 14mila dipendenti. Di questi, 5mila sono stati assunti al Centro e al Sud con contratti a tempo indeterminato.

Amazon, 4.500 assunzioni nel 2021

Complici gli incrementi di fatturato dovuti alla pandemia da Covid-19 e l’apertura di un nuovo centro a Bergamo, Amazon ha raddoppiato in due anni il numero di lavoratori in Italia: da 6.900 agli attuali 14mila. Questo risultato ha consentito al gigante statunitense di ottenere dal Top Employers Institute la certificazione Top Employer Italy nel 2021 e nel 2022.

Stando ai calcoli effettuati dal think tank The European House – Ambrosetti, Amazon è la società che ha creato più posti di lavoro in Italia in termini assoluti tra il 2011 e il 2020. Resta il lato oscuro della multinazionale: la gestione algoritmica delle prestazioni, i carichi e i turni di lavoro insostenibili e lo scarso rispetto delle normative sulla salute e la sicurezza, denunciati da corrieri e addetti ai magazzini.

Una lavoratrice Amazon in magazzino
Amazon tra assunzioni record e lavoratori senza diritti

Negli ultimi dieci anni Amazon ha investito oltre 8,7 miliardi di euro in Italia e ha supportato l’economia italiana per un totale di oltre 17 miliardi. Tuttavia, soltanto nel 2020, la società ha fatturato in Europa 44 miliardi di dollari pagando zero tasse, come ha spiegato la segretaria generale di UNI Global Union Christy Hoffman.

Nel 2021 lo stipendio medio di un dipendente di Amazon è pari a 1.680 euro al mese, l’8% in più rispetto alla retribuzione standard fissata dal Contratto nazionale per il settore dei trasporti e della logistica. I dipendenti ricevono un pacchetto di benefit che include la formazione professionale, un piano pensionistico, l’assistenza sanitaria, l’assicurazione medica e sulla vita.

I turni sono da otto ore con possibilità di espansione, prevedono pause di mezz’ora ma fuori dalla pausa non c’è alcuna autonomia e si lavora sotto un’enorme pressione per raggiungere i target prestazionali. Numerosi corrieri spiegano che è impossibile trovare il tempo per bere un bicchiere d’acqua o persino per andare in bagno.

Le offerte di lavoro di Amazon per i giovani

Amazon punta soprattutto sui giovani. Ad oggi in Italia conta oltre 1.200 dipendenti sotto i 24 anni, per un’età media pari a 34 anni. Ma l’8% dei lavoratori è anche sopra i 50 anni e attualmente il dipendente più anziano in Italia è un 64enne.

Il nostro sostegno alla crescita dell’economia italiana – fa sapere la Country Manager Italy and Spain Mariangela Marsegliasi concretizza nel supporto alle comunità locali attraverso sia la creazione di posti di lavoro qualificati in ognuno dei nostri 50 siti sul territorio, sia negli investimenti per la digitalizzazione delle Pmi. Le Pmi italiane che vendono su Amazon hanno creato più di 50mila posti di lavoro come diretta conseguenza del loro rapporto con Amazon”.

Entro la fine del 2022 la società punta a promuovere la crescita e la digitalizzazione di più di 20mila piccole e medie imprese con il programma formativo gratuito Accelera con Amazon. Il piano di formazione è sviluppato in collaborazione con MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business e IE University.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 25-03-2022


Scalapay è il terzo unicorno italiano: ha superato il valore di un miliardo di dollari

Salone del Mobile 2022, torna la fiera del design di Milano: protagonista la sostenibilità