Un nuovo centro a Bergamo con l’assunzione di 900 persone a tempo indeterminato: ecco l’annuncio di Amazon, colosso delle vendite online.

Amazon continua il suo percorso di espansione in Italia, annunciando l’apertura di un nuovo centro a Bergamo. Una notizia molto positiva, visto che la realizzazione di un nuovo hub permetterà l’assunzione di 900 persone a tempo indeterminato, le quali potranno fruire anche di diversi incentivi al fine di migliorare la propria posizione professionale. Il lavoro, inoltre, si svolgerà in una struttura che avrà il minore impatto possibile sull’ambiente.

Amazon apre un nuovo centro a Bergamo: in programma 900 assunzioni

Il gigante delle vendite online aprirà un nuovo centro a Bergamo, che darà lavoro a 900 persone nel giro di tre anni. I ruoli operativi disponibili coprono diverse mansioni che dovranno essere svolte all’interno del centro di distribuzione bergamasco. D’altronde, è la stessa azienda a sottolineare che, nel 2020, ha dato lavoro a più di 500 mila persone in tutto il mondo, come possiamo vedere dal post pubblicato su Twitter:

Tra le posizioni aperte, vediamo quelle legate ai ruoli di operations manager, ingegneri, risorse umane, IT e del personale che dovrà occuparsi della gestione degli ordini ricevuti attraverso il sito web dell’azienda. Per quel che concerne le posizioni manageriali, è già possibile inviare la propria candidatura. Per le restanti, invece, bisognerà attendere la primavera.

Sono state, inoltre, comunicate le modalità di assunzione dei singoli dipendenti, i quali entreranno in azienda con uno stipendio di 1.550 euro lordi e al quinto livello, seguendo il Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica. Non è tutto: chi sarà assunto, potrà usufruire di diversi incentivi e benefit, come sconti sullo shop online di Amazon, nonché di un’assicurazione integrativa per gli infortuni.

Infine, qualora si voglia migliorare la propria posizione lavorativa all’interno dell’azienda, sarà possibile partecipare al Career Choice, un programma che permette di specializzarsi in un determinato ambito, frequentando specifici corsi professionali della durata di quattro anni e che copre il 95% del costo della retta e dei libri di testo.

Come funziona il centro di distribuzione, tra robotica e rispetto per l’ambiente

Come funzionerà, nei fatti, il nuovo centro di distribuzione che l’azienda di Jeff Bezos ha pensato di aprire a Bergamo? La risposta è molto semplice: all’insegna della tecnologia e del rispetto dell’ambiente, al fine di agevolare il lavoro degli operai, riducendo al minimo l’impatto sulla natura.

Il centro, infatti, farà leva sulla tecnologia Amazon Robotics che permetterà ai dipendenti di alleggerire il proprio carico di lavoro, mediante robot che ridurranno drasticamente i tempi di percorrenza e spostamento merci all’interno del magazzino. In questo modo, si andrà a tutelare particolarmente la salute e il benessere degli impiegati.

Smistamento pacchi in magazzino
Smistamento pacchi in magazzino

L’impronta ambientale sarà drasticamente ridotta grazie a vari pannelli fotovoltaici – installati sulla copertura del magazzino – che produrranno l’energia necessaria per il funzionamento dell’edificio, stimata a circa 1.146 KW. Inoltre, sarà il BMS – Building Management System – a controllare, gestire e manutenere l’intero sito.

Saranno, installate, inoltre delle colonnine di ricarica per le automobili elettriche nei parcheggi dell’immobile e saranno anche realizzate nuove piste ciclabili cittadini per la mobilità in bicicletta, al fine di rendere lo svolgimento del lavoro quanto più sostenibile possibile. In totale, l’azienda investirà oltre 120 milioni di euro per questo nuovo progetto, che vanno a sommarsi ai 5,8 miliardi di euro già investiti nel Bel Paese nel corso degli ultimi dieci anni anni.

ultimo aggiornamento: 22-03-2021


Where ARE U: l’app per le emergenze che può salvarti la vita

Gli ospedali sono inaccessibili: Vanni Oddera porta la mototerapia dai balconi