L’Atalanta, secondo una ricerca condotta da AlixPartners, è il primo club in Europa a valorizzare in modo fruttuoso i giovani.

L’Atalanta è la regina d’Europa: la società calcistica bergamasca è alla prima posizione nella classifica dei club in grado di valorizzare al meglio i giovani. Lo studio è stato condotto da AlixPartners e visionato in anteprima da Forbes.it, che ha diffuso i dati. La squadra nerazzurra è seguita da Ajax e Benfica, che hanno ottenuto risultati più che soddisfacenti.

Nonostante abbia ceduto alcuni calciatori, l’Atalanta è il primo club che riesce a valorizzare i suoi giocatori e, di conseguenza, a rendere competitivo e redditizio il loro ‘curriculum’.

Atalanta: prima in Europa nella valorizzazione dei giovani

Nel mondo calcistico, il risultato sul campo è senza ombra di dubbio molto importante, se non fondamentale. Eppure, ci sono anche altri riconoscimenti che rendono un club importante. Ciò che emerge dallo studio condotto da AlixPartners, ad esempio, è uno di questi. La ricerca, basata sui bilanci dei vari club, ha stabilito che l’Atalanta è la regina d’Europa in materia di valorizzazione dei giovani.

Squadra Atalanta
Squadra Atalanta

Nonostante il club nerazzurro abbia ceduto Alessandro Bastoni all’Inter e Dejan Kulusevski alla Juventus, rispettivamente per 31 e 35 milioni di euro, l’impegno che impiega nel rendere fruttuosi i suoi talenti è notevole.

Non a caso, negli ultimi cinque anni, nessun’altra squadra in Europa è riuscita a valorizzare i suoi giocatori come fatto dalla società bergamasca. Lo studio ha analizzato i dati del portale Transfermarkt, con riferimento ai soli calciatori entrati nei club prima dei 23 anni e il cui valore di mercato è cresciuto di almeno 10 milioni di euro. I calciatori dell’Atalanta che hanno risposto ai requisiti richiesti sono stati ben 16.

Ajax e Benfica al secondo e terzo posto

Sul podio, dopo l’Atalanta, ci sono Ajax e Benfica. La prima squadra vanta 14 calciatori, mentre la seconda 12. Il club portoghese ha visto un incremento pari a a 463 milioni di euro. Di questi introiti, 127 milioni corrispondono alla cessione di Joao Felix all’Atletico Madrid, mentre un altro centinaio per Cancelo e Ruben Dias al Manchester City.

Il Benfica, invece, ha guadagnato parecchi soldini con la cessione di De Ligt alla Juventus e DeJong al Barcellona. Come si arriva a risultati tanto soddisfacenti? Filippo Guidotti Mori, director di AlixPartners, ha dichiarato:

“L’Atalanta e l’Ajax adottano un modello misto, mentre il Lille e le squadre in orbita RedBull, come il Lipsia e il Salisburgo, hanno la loro forza in uno scouting all’avanguardia”.

ultimo aggiornamento: 10-01-2021


La onlus di Lapo Elkann dona 450mila euro alle famiglie povere

Bonus mobili 2021: come ottenere la detrazione per spese fino a 16 mila euro