Grazie a BioVie, progetto di mobilità sostenibile, una grande pista ciclabile collegherà la Capitale ai comuni limitrofi.

Nel Lazio sta prendendo forma una vera e propria bicipolitana grazie al progetto di mobilità sostenibile dal nome BioVie. Il tracciato collegherà alcuni Municipi della città di Roma con i vicini Comuni facenti parte dei cosiddetti Castelli Romani. Quando i lavori saranno conclusi i cittadini potranno finalmente pedalare in totale sicurezza, abbattendo i costi legati ai classici mezzi di trasporto sia pubblici che privati. L’altro risvolto, non meno importante, sarà la netta riduzione dei tassi di inquinamento.

Come funziona la nuova bicipolitana del Lazio?

Soprattutto negli ultimi anni, in cui cresce l’attenzione alla sostenibilità in tutte le sue forme, la bicicletta si è imposta come la miglior soluzione nello sfaccettato panorama della mobilità. Muoversi in bici ha numerosi vantaggi, spesso anche inaspettati: ad esempio, secondo alcune statistiche, quantomeno nelle grandi città, la velocità media di una bici sarebbe superiore a quella di un’auto, considerato il rischio di rimanere imbottigliati nel traffico.

pista ciclabile
pista ciclabile

Il progetto della bicipolitana della Regione Lazio interesserà un bacino di utenti composto da più di 700mila cittadini. Le piste ciclabili collegheranno i Municipi VI e VII di Roma Capitale ai Castelli Romani (Marino, Ciampino, Grottaferrata e Albano Laziale). Gli stakeholder coinvolti nell’iniziativa hanno annunciato che il primo tratto a essere percorribile sarà la BioVie che collega Cinecittà con la stazione di Ciampino e Santa Maria delle Mole (nei pressi del Comune di Marino).

Che cos’è il progetto BioVie?

BioVie è un piano integrato per incentivare i trasporti e la mobilità “dolci”, ovvero green e intelligenti. Il fine è quello di garantire l’accessibilità ai servizi e ai luoghi da parte di tutti i cittadini. Il piano possiede un enorme potenziale per dar vita a nuovi sbocchi del turismo sostenibile.

I collaboratori del progetto si occuperanno anche della sensibilizzazione e dell’informazione dei cittadini. BioVie supporterà la condivisione col grande pubblico dei principi della mobilità sostenibile, e lo farà non soltanto in ambienti come le scuole, ma anche in altri spazi strategici come i luoghi di lavoro o i punti turistici.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 05-07-2021


Sri Lanka: stop alle piantagioni di olio di palma e all’esportazione

MAPP: il primo progetto europeo per monitorare la plastica galleggiante del Po