Sabato 22 maggio la Biennale di Venezia inaugura la 17° Mostra Internazionale di Architettura, intitolata How will we live together?

La Biennale di Venezia riapre i battenti sabato 22 maggio con l’inaugurazione della 17° Mostra Internazionale di Architettura. Il titolo scelto per questa importante ripartenza, deciso prima della pandemia da COVID-19, è How will we live together?. L’esposizione è curata da Hashim Sarkis, architetto, docente e ricercatore.

Biennale di Venezia: 17° Mostra Internazionale di Architettura

Sabato 22 maggio 2021 la Biennale di Venezia riapre i battenti con la 17° Mostra Internazionale di Architettura. Intitolata How will we live together?, è curata a dall’architetto, docente e ricercatore Hashim Sarkis e rimarrà a disposizione del pubblico fino al 21 novembre.

Dopo mesi e mesi di restrizioni, nel corso dei quali i luoghi destinati alla cultura sono stati chiusi, l’Italia riparte da Venezia, una delle città che ha più sofferto in questo ultimo periodo. Prima l’alluvione, poi la pandemia da COVID-19: la laguna si è svuotata come mai successo prima. Adesso, però, non è più tempo di guardarsi indietro e la riapertura della Biennale ne è la prova.

Il titolo della 17° Mostra Internazionale di Architettura, How will we live together?, è stato scelto prima dell’esplosione del Coronavirus, ma sembra calzare a pennello per il periodo storico che stiamo vivendo.

In un contesto di divisioni politiche acutizzate e disuguaglianze economiche crescenti chiediamo agli architetti di immaginare spazi in cui possiamo vivere generosamente insieme. Insieme come esseri umani che, nonostante l’individualità crescente, desiderano ardentemente connettersi tra loro e con altre specie attraverso lo spazio digitale e reale; insieme come nuovi nuclei familiari alla ricerca di spazi abitativi più diversificati e dignitosi; insieme come comunità emergenti che reclamano equità, inclusione e identità spaziale; insieme oltre i confini politici per immaginare nuove geografie di associazione; insieme come pianeta che sta affrontando crisi che esigono un’azione globale affinché tutti noi continuiamo a vivere“, ha spiegato Hashim Sarkis sul sito ufficiale dell’evento.

La mostra, quindi, spinge ad una riflessione importante, legata non solo agli spazi che abitiamo, ma anche alle relazioni che si creano al loro interno.

How will we live together?: le divisioni della mostra

La 17° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia ospiterà 112 opere di autori provenienti da ben 46 Paesi. La maggior parte di loro vengono dall’Africa, dall’America Latina e dall’Asia, con uguale rappresentanza numerica di uomini e donne. L’esposizione è suddivisa in cinque aree tematiche:

  • Among Diverse Beings
  • As New Households
  • As Emerging Communities
  • Across Borders
  • As One Planet

Tre verranno allestite all’Arsenale e due al Padiglione Centrale.

Inoltre, ci saranno alcune partecipazioni fuori concorso, come la mostra collettiva di Studio Other Spaces, l’istallazione esterna ai Giardini, Sport Platform, dedicata a How will we play sport together? e l’installazione di Giuseppe Penone in Arsenale.

Orari e biglietti

La mostra andrà in scena dal 22 maggio al 21 novembre 2021. Gli orari sono i seguenti: dal 22 maggio al 31 luglio 11.00 – 19.00 (ultimo ingresso: 18.45); dal 1° agosto al 21 novembre 10.00 – 18.00 (ultimo ingresso: 17.45). Il lunedì, ad esclusione del 24 maggio, 6 settembre e 1° novembre, la Biennale di Venezia è chiusa.

La vendita dei biglietti e delle visite guidate, con prenotazione obbligatoria, avvengono esclusivamente online, presso il sito ufficiale della manifestazione www.labiennale.org.


Il mondo delle aste di orologi di lusso è un trend in continua crescita

Cubo di Rubik: com’è nato il rompicapo più venduto di sempre