Christie’s è la più celebre e grande casa d’aste di tutto il mondo: i suoi ricavi dalle vendite di orologi ammontano a milioni di euro.

Gli appassionati e i collezionisti di tutto il mondo sono sempre a caccia di nuovi tesori da scovare nelle aste più prestigiose. Parliamo, in questo caso, di orologi da polso di lusso: modelli spesso introvabili e pezzi d’epoca di cui sono a conoscenza solo pochi intenditori. Christie’s, la casa d’aste più importante del mondo, ha da poco battuto la sua ultima asta a tema orologi. L’asta si è tenuta nella città di Ginevra e il 94% dei lotti è stato venduto. L’incasso totale ammonta a 23 milioni di franchi svizzeri, che equivalgono a circa 21 milioni di euro.

Gli eccezionali orologi dell’asta di Ginevra

Il 10 maggio, a Ginevra, si è tenuta la prestigiosa asta indetta da Christie’s dal nome Rare Watches. Protagonisti dell’evento sono stati gli orologi da polso, ma non mancavano anche i più vintage orologi da taschino. L’asta ha coinvolto ben 840 persone che provenivano da 47 diversi Paesi di tutto il mondo.

Orologio di lusso
Orologio di lusso

Rispetto alle stime iniziali, il martello di Christie’s ha battuto il 144% in più. Le vendite hanno dimostrato che i collezionisti sono sempre più alla ricerca di pezzi rari (quando non proprio unici) da accaparrarsi in queste particolarissime “lotte” che si combattono in giacca e cravatta.

Il Rolex Oyster Perpetual Comex, per esempio, è uno splendido modello da immersione lanciato nel 1972 e in occasione di Rare Watches era stato stimato 75mila franchi. Tuttavia, la vendita ha superato di gran lunga le aspettative: il fortunato vincitore se l’è aggiudicato per ben 400mila franchi, ovvero per 365.460 euro.

Anche la favolosa edizione limitata di A. Lange & Söhne, costruita in platino e con tourbillon, è stata venduta alla sensazionale cifra di quasi 500mila euro. Hanno scavalcato le stime, però, anche modelli economicamente più “modesti”, come il rarissimo Royal Oak di Audemars Piguet. Orologio scheletrato da tasca, il Piguet in questione era stato stimato solo 20mila franchi, ma alla fine il suo venditore ne ha guadagnati ben 156mila (circa 142mila euro).

Orologi di lusso: un trend in continua crescita

Christie’s è una casa d’aste inglese fondata nel lontano 1766 da James Christie. Attualmente, nel suo settore, è la più grande e importante realtà del mondo. Presente in 32 Paesi, organizza vendite in 80 diverse categorie di oggetti. Si va dalle fotografie, ai pezzi da collezione, fino ai ben noti orologi o a lussuose bottiglie di vino.

Christie’s ha in programma un fitto calendario d’eventi dedicato esclusivamente all’immenso e sfaccettato mondo dell’orologeria. Questo non fa altro che confermare che quello degli orologi è un trend non solo intramontabile, ma addirittura in continua crescita.

Gli eventi, che si tengono sia online che offline, sono organizzati e coordinati da un grande team di specialisti. Gli orologi in vendita sono i più preziosi degli ultimi decenni, e non è raro che una base d’asta per un unico pezzo possa partire da un milione di dollari.


Tre itinerari a piedi per esplorare i magnifici paesaggi della Toscana

Biennale di Venezia, al via la 17° Mostra Internazionale di Architettura: How will we live together?