Il più grande impianto al mondo per la rimozione di carbonio è il progetto Bison: catturerà 5 milioni di tonnellate metriche di CO2 all’anno.

Il progetto Bison, incentrato sulla rimozione del carbonio, entrerà in funzione entro la fine del 2023. Si tratta del più grande impianto di eliminazione di CO2 al mondo e si stima che entro il 2030 sarà in grado di catturare 5 milioni di tonnellate metriche di CO2 all’anno.

Bison: il progetto di rimozione del carbonio più grande al mondo

Nelle zone rurali del Wyoming, Stato degli USA con minore popolazione, nascerà il più grande impianto di eliminazione di CO2 al mondo. Si tratta del Project Bison, che entrerà in funzione entro la fine del 2023 e lavorerà a pieno regime prima del 2030. Da un punto di vista pratico, in questa area dell’America verranno posizionati decine di prefabbricati, ognuno della dimensione di un container da trasporto. Anche se all’apparenza sembrano inutili ingombri, sono dei dispositivi in grado di prelevare CO2 dall’atmosfera. Non solo, dopo averla inglobata la comprimono in liquido e la conducono nei pozzi vicini. Questi ultimi sono scavati a migliaia di metri di profondità, in modo da immagazzinarla.

E’ bene sottolineare che l’impianto funzionerà con energia pulita e, dopo le prime prove, potrà essere rivenduto alle aziende interessate. Si stima che Project Bison riesca a catturare 5 milioni di tonnellate metriche di CO2 all’anno. Un numero impressionante, paragonabile alle emissioni prodotte da un milione di auto a gas nello stesso arco di tempo.

Greenwashing

Progetto Bison prevede il futuro: tra fattibilità e utopia

Progetto Bison nasce con uno sguardo verso il futuro. Si stima, infatti, che entro il 2050 il mondo potrebbe aver bisogno di estrarre dall’atmosfera 10 miliardi di tonnellate di anidride carbonica all’anno. Le foreste, però, non possono essere di grande aiuto. Pertanto, il più grande impianto al mondo di eliminazione di CO2 potrebbe fare la differenza. Una precisazione, però, è d’obbligo: si tratta di un ‘meccanismo’ ancora molto costoso, per cui poco accessibile.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 10-11-2022


L’impianto di Giussago Lacchiarella trasformerà i rifiuti organici in compost e biometano

Codacons presenta il calendario sociale 2023 per dire no alla guerra