Il bonus cultura 2022 è dedicato a tutti gli studenti nati nel 2003 che, nel 2021, hanno compiuto il diciottesimo anno d’età.

Il bonus cultura 2022 si aggiunge alla lista di agevolazioni previste dalla nuova Legge di Bilancio. La misura viene riconfermata per il quinto anno consecutivo e, per quest’anno, permetterà agli studenti nati nel 2003 – che, nel 2021 – hanno compiuto 18 anni, di acquistare gratuitamente biglietti per il teatro e per mostre, libri e riviste. I neomaggiorenni, dunque, potranno fruire di un credito di 500 euro, erogato nel proprio portafoglio digitale.

Bonus cultura 2022: come richiedere l’agevolazione

Il bonus cultura 2022 permetterà ai neomaggiorenni – ossia agli studenti nati nel 2003, che hanno compiuto 18 anni nel 2021 – di fruire di un credito di 500 euro per l’acquisto di diversi beni, dai biglietti per il teatro e le mostre, fino ad arrivare ai libri e alle riviste.

Libri
Libri

Tutto quello che bisogna fare, se si rientra in questa fascia d’età, è scaricare la 18app avvalendosi dello SPID, ossia l’identità digitale che può essere richiesta presso Poste Italiane o altri fornitori di questo servizio di identificazione. Dopo aver effettuato la registrazione, lo studente potrà, dunque, ricevere i 500 euro da spendere in cultura.

Come spendere i 500 euro

Gli studenti potranno spendere i 500 euro per l’acquisto di biglietti per spettacoli, concerti, rappresentazioni teatrali, per i musei, per il cinema e per comprare libri, sia nelle librerie fisiche che in quelle in rete. Non solo: sarà possibile anche acquistare riviste, abbonamenti e perfino corsi di lingua.

Il credito residuo sarà visibile direttamente dalla 18app. Coloro che hanno usufruito del bonus nel 2021, potranno spendere l’ammontare restante entro e non oltre il 28 febbraio 2022. Il nuovo bonus, previsto per il 2022, dovrebbe partire ad aprile, salvo diverse disposizioni, proprio come è accaduto lo scorso anno.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 11-02-2022


Tamponi, psicoterapia e streaming: come cambia il paniere Istat 2022

La cucina italiana è la più richiesta al mondo nelle consegne di cibo a domicilio