Sapevate che è possibile ottenere lo SPID con il passaporto elettronico? Ecco come fare per averlo.

Nel corso degli ultimi mesi il governo italiano ha lavorato molto per poter permettere l’ottenimento dello SPID con passaporto elettronico. Dopo aver raggiunto, ad inizio 2021, il traguardo dei 16 milioni di unità di identità digitali rilasciate, l’ex ministra per l’innovazione Paola Pisano, con un tweet, ha annunciato le due grandi innovazioni per lo SPID relativo ai cittadini all’estero.

La ministra ha infatti dichiarato che il governo Conte II, in collaborazione con AGID e il Ministero degli affari esteri e della collaborazione, permetterà l’utilizzo del passaporto elettronico come documento valido per l’ottenimento dello SPID.

Il passaporto elettronico non è altro che un libretto di 48 pagine a modello unificato caratterizzato dalla presenza di un Microchip in copertina. Il passaporto elettronico contiene all’interno del microchip i dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare. Inoltre, nel documento, è presente anche la firma digitalizzata del proprietario.

Come funziona lo SPID?

carta elettronica passaporto
fonte foto: https://unsplash.com/photos/bu92B8u6tnA

Lo SPID, o sistema pubblico di identità digitale, è il sistema informatico che identifica i cittadini italiani permettendo loro di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione attraverso computer, tablet e smartphone.

Tramite lo SPID i cittadini hanno l’occasione di utilizzare in maniera semplice e veloce i servizi online di oltre quattromila pubbliche amministrazioni. Le cose che si possono fare attraverso questo sistema pubblico di identità digitale sono moltissime.

Con lo SPID è possibile iscrivere i propri figli a scuola, richiedere i vari bonus INPS, verificare la propria pensione o prenotare una visita in ospedale, solo per dirne alcune.

Per poter ottenere lo SPID è necessario seguire una procedura tendenzialmente gratuita affidandosi ad uno dei nove provider accreditati dall’AGID ovvero l’Agenzia Italia Digitale. Questi provider sono Aruba PEC, In.Te.S.A, InfoCert, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte e Ti Trust Technologies

I requisiti da soddisfare per ottenere lo SPID sono il raggiungimento del diciottesimo anno di età, il possesso di un documento di riconoscimento, il possesso di una tessera sanitaria con relativo codice fiscale, possesso di un indirizzo email valido ed di un numero di telefono. 

Una volta ottenute le proprie credenziali SPID sarà necessario farle validare dal gestore.
Questo processo avviene attraverso il riconoscimento utente di persona, via webcam o attraverso un documento di identità come Carta Nazionale Dei Servizi, Carta Identità Elettronica e Passaporto Elettronico.

Quando richiedere lo SPID con passaporto elettronico

Il passaporto elettronico è molto comodo per richiedere lo SPID quando ci si trova all’estero e non si può rientrare in Italia per qualsivoglia motivo. 

Se si è un cittadino italiano iscritto all’AIRE è necessario scegliere un provider specifico. Esso, infatti, deve possedere un tra modalità di riconoscimento europea o mondiale.
Queste due caratteristiche si possono controllare dalla tabella presente a questo link.

Al momento, tolto TimID, tutti i gestori offrono queste ulteriori modalità di riconoscimento per la finalizzazione dell’identità digitale.


Cos’è e come funziona la rivalutazione rendita catastale

Tassazione cedolare secca: come funziona e quando conviene.