Quali sono i campeggi green in Italia? Scopriamo le strutture sostenibili dello stivale che meritano un soggiorno.

L’Italia è ricca di posti meravigliosi, che chiedono solo di essere visitati. Non solo, il bel Paese si sta arricchendo anche di campeggi green. Negli ultimi anni come non mai, il turismo sostenibile è diventato sempre più gettonato. Finalmente ci stiamo tutti – o quasi – accorgendo che abbiamo un solo pianeta e, soprattutto, che va rispettato. Stando ad un’attenta analisi del portale Campeggi.com, effettuata in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente che si celebra il 5 giugno, l’Italia è ricca di campeggi green e 12 sono i migliori.

Da Nord a Sud, passando per il Centro: sono diverse le strutture ricettive nostrane che hanno sposato la filosofia ecosostenibile. Tra queste ne abbiamo selezionate cinque, ovvero quelle che risultano più particolari. Spesso, infatti, quando si decide di optare per una vacanza open air, si cerca anche quel dettaglio in più che rende un posto davvero magico.

Camping Lake Placid

Il primo campeggio green che merita menzione è il Camping Village Lake Placid di Silvi Marina, in provincia di Teramo. Si tratta dell’unico villaggio della costa Adriatica che custodisce al suo interno un lago privato. La struttura, inoltre, si affaccia sul mare, più volte premiato con la Bandiera Blu per la qualità delle sue acque.

Il camping è dotato di pannelli fotovoltaici e di pannelli solari termici, è attento alla raccolta differenziata e all’utilizzo di plastica biodegradabile.

Camping la Medusa

Restando al Centro Italia, un’altra struttura eco-friendly che merita menzione è il Camping La Medusa di Porto Recanati, a Macerata. La struttura, oltre ad utilizzare energia elettrica certificata proveniente da fonti rinnovabili, limita al massimo l’utilizzo di pesticidi chimici e punta su una concimazione organica con compost proveniente da società locali o dalle sue stesse aree verdi.

Inoltre, dal 2014 ha piantato 440 alberi e 1100 arbusti, sostituendo anche l’illuminazione classica con quella a led. Dulcis in fundo, ha dato vita ad un orto-laboratorio per bambini, dove vengono coltivate piante da semi biologici e verdure a km 0. I frutti della terra, poi, vengono consumati dal personale del camping e dalle famiglie ospiti.

Continental Camping Village

Spostandoci al Nord, una delle strutture di cui l’Italia può vantarsi è il Continental Camping Village di Verbania. Situato sulle rive del Lago di Mergozzo, primo in Europa per la limpidezza e la pulizia delle sue acque, pone da sempre molta attenzione all’inclusività e all’accessibilità dei servizi.

Nel 2021, inoltre, i titolari hanno deciso di installare una nuova stazione di ricarica per le auto elettriche.

Villaggio dei Fiori

Il primo campeggio italiano ad essere certificato CasaClima Gold, invece, è il Villaggio dei Fiori di Sanremo, in provincia di Imola. Dotato di un giardino di 3,5 ettari, si affaccia sul mare e le sue costruzioni sono realizzate tutte in legno e sughero.

Camping Village Rais Gerbi

In provincia di Palermo, precisamente a Pollina, abbiamo il Camping Village Rais Gerbi. Situato tra i monti del Parco Naturale delle Madonie e bagnato dalle acque cristalline della costa tirrenica, vanta una filosofia green di tutto rispetto. Sia per l’acqua calda che per la produzione di energia elettrica, punta sulle energie rinnovabili. Per quanto riguarda il risparmio dell’acqua, invece, riutilizza le acque grigie per irrigare.

In tutto il campeggio ci sono lampade a basso consumo energetico e si offre un sistema di carte prepagate per l’utilizzo di elettricità, sia per quel che concerne le strutture che per le piazzole adibite ai camper.


Bonus condizionatori 2021, come richiedere l’incentivo: i requisiti

Europei 2020: l’Italia svela una nuova mascotte creata da Carlo Rambaldi