A Castiglione della Pescaia arriva un grande aiutante: il drone che vola a pelo d’acqua e raccoglie i rifiuti in mare.

Un drone che viaggia a pelo d’acqua ed è in grado di raccogliere fino a 60 kg di rifiuti: è questo il nuovo aiutante di Castiglione della Pescaia. Grazie al suo intervento, il mare sarà più pulito e l’ambiente otterrà quel rispetto che merita e che, purtroppo, poche persone gli danno quotidianamente.

Castiglione della Pescaia, arriva il drone che raccoglie i rifiuti in mare

Grazie alla campagna Un mare di idee per le nostre acque, voluta da Coop e LifeGate, Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto, avrà il suo drone raccogli rifiuti. Navigando a pelo d’acqua, il drone Pixie riuscirà ad acciuffare fino a 60 kg di immondizia: dalla plastica al vetro, passando per i tessuti, la carta e l’organico. Questo piccolo aiutante sarà telecomandato da una distanza di 500 metri e potrà contare anche sul supporto di un gruppo di sub esperti. Capitanati dal biologo marino Emilio Mancuso, entreranno in azione quando sarà necessario fare raccolte di rifiuti in profondità.

La nostra attenzione nell’occuparci della salute del mare è stata apprezzata da Coop, che conosce anche gli sforzi compiuti per poterci dotare di attrezzature sempre più avanzate e svolgere questo lavoro senza sosta, avendo come obiettivo quello di incentivare il senso civico delle persone“, ha dichiarato Elena Nappi, sindaca di Castiglione della Pescaia.

Il drone, che per il momento entrerà in azione presso il Club Velico di Castiglione della Pescaia, rappresenta un valido aiuto per la salvaguardia dell’ambiente. Sarà necessario, però, continuare a sensibilizzare le persone sull’importanza dei gesti quotidiani. “Osservando cosa catturano i nostri dispositivi possiamo far comprendere con ancora più efficacia che il problema sta nelle nostre scelte di consumo. Così come abbiamo creato il problema, cambiando i nostri comportamenti, potremo essere parte della soluzione“, ha dichiarato Lajal Andreoletti, responsabile dei progetti ambientali Coop.

Il drone di Castiglione della Pescaia si aggiunge a Sebain

Il drone di Castiglione della Pescaia non è l’unico aiutante della regione Toscana. Nel 2020, nei territori di Unicoop Tirreno, ovvero Livorno, Castiglione e Porto Ercole, sono stati posizionati tre Sebain, cioè cesti mangia plastica. In due anni hanno raccolto un totale di 2.314 kg di rifiuti.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 24-10-2022


Fuochi d’artificio ecosostenibili ispirati alle lucciole: l’idea dell’artista Daan Roosegaarde

Rinnovabili, arriva il bonus per i sistemi di accumulo: come richiederlo