Rendere la nostra quotidianità eco-sostenibile è molto meno faticoso di quanto crediamo: bastano piccoli e semplici gesti.

Abbandonare l’utilizzo della plastica non è mai stato così urgente. Il dibattito internazionale sull’emergenza climatica ha aperto gli occhi sulle reali condizioni in cui si trova il nostro pianeta. Il pericolo può essere arginato anche da noi cittadini: basta acquisire piccole e sane abitudini. Questo permetterà non solo, a lungo andare, di salvare la Terra, ma anche di risparmiare e condurre un’esistenza più sana. Vediamo insieme quali sono i consigli per far parte attivamente della cosiddetta green revolution.

Stop alle bottiglie d’acqua di plastica

Smettere di comprare acqua imbottigliata ha tantissimi risvolti positivi: non dovrai più trasportare pesanti confezioni dal supermercato a casa; risparmierai tantissimi soldi; e berrai acqua che sgorga direttamente dal rubinetto, senza il rischio di residui di plastica dovuti a un’eventuale esposizione solare.

E per chi ha paura di bere l’acqua del rubinetto? Anche se ci sono tanti preconcetti, l’acqua potabile che giunge nelle nostre casa è sottoposta a rigidissimi e costanti controlli. Basta andare sui siti web dei vari Comuni per visionare le analisi svolte sull’acqua dagli esperti del settore.

Esistono, inoltre, soluzioni alternative, come l’installazione di particolari filtri da applicare ai nostri rubinetti. Si possono acquistare anche delle pratiche caraffe auto-filtranti, che permettono di purificare l’acqua e anche di conservarla in frigorifero.

Per quando siamo fuori casa, invece, è preferibile utilizzare una borraccia di qualità, da portare sempre con sé e riempire all’occorrenza. Alcune di queste borracce possiedono anche delle caratteristiche termiche, per cui consentono di mantenere l’acqua fresca persino d’estate.

Vai al supermercato con la tua borsa plastic free

Perché pagare per i sacchetti ogni volta che facciamo la spesa, se possiamo portare le nostre borse da casa? Le buste riusabili sono di gran lunga più resistenti di quelle usa e getta, così non rischierai di ritrovarti a raccogliere la tua spesa sparsa sul marciapiede.

Le shopping bag sono diventate ormai un vero e proprio accessorio alla moda: divertiti a cercare il tessuto e la fantasia che più si adattano alle tue esigenze. Sono solitamente così leggere e ripiegabili, da entrare comodamente anche in una tasca.

Dai un’occhiata ai prodotti sfusi

Nelle grandi città stanno nascendo sempre più negozi che propongono prodotti sfusi. Parliamo di surgelati, yougrt, farro, riso, pasta, biscotti, cereali per colazione e tanto altro.

La filosofia del “no waste” permette di evitare imballaggi costosi e inquinanti. Anche alcuni supermercati possiedono dei reparti dedicati a questo tipo di vendita. Oltre a fare del bene all’ambiente, potrete scegliere voi stessi le precise quantità da acquistare e non rischierete di dover buttare cibo in avanzo.

Cosmetici e detersivi eco-friendly

Anche in questo caso parliamo di prodotti sfusi. Ci sono dei rivenditori che hanno fatto propria questa filosofia: potrete rifornirvi dei vostri prodotti preferiti portando voi stessi un contenitore riutilizzabile. Lo si può fare con detergenti, creme, profumi e qualsiasi altro liquido. Eviterete così di comprare infinite bottigliette, barattoli e flaconi, che spesso hanno cicli di vita di appena qualche giorno. Il risparmio di denaro è garantito.

Per le stesse ragioni sarebbe bene rivalutare creme, shampoo e detergenti in forma solida. Si presentano come delle classiche saponette e hanno il vantaggio di essere facilmente trasportabili, oltre che sostenibili e plastic free.

Essenziale, infine, prestare sempre attenzione all’inci, ovvero la lista degli ingredienti di composizione. Ci sono tantissimi brand che propongono un consumo etico e utilizzano materie prime ecosostenibili e che non impattano negativamente sulla nostra salute.

ultimo aggiornamento: 26-07-2021


Alzheimer, nasce in Calabria la prima CasaPaese: un progetto terapeutico da imitare

Cartelle esattoriali, in arrivo notifiche per milioni di italiani