Grana Padano in campo per una Pasqua solidale: il Consorzio ha donato 130mila chili di formaggio alle persone più colpite dall’emergenza COVID-19.

Dal Consorzio del Grana Padano, il DOP più consumato al mondo, arriva un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà: 1,2 milioni di euro di formaggio in regalo a chi, a causa della crisi generata dalla pandemia, ha problemi a reperire cibo. La donazione extra di Grana Padano porterà 130mila chili di formaggio sulle tavole dei “nuovi poveri” creati dall’emergenza Covid.

Grana Padano dona 1,2 milioni di euro di formaggio

Il Consorzio di Tutela del Grana Padano, durante le festività pasquali, sarà ancora più vicino alle famiglie italiane in difficoltà a causa dell’attuale emergenza sanitaria“, spiega il direttore generale Stefano Berni in una nota. “Doneremo, infatti, 130mila chili di formaggio Grana Padano DOP, per un valore indicativo di circa 1,2 milioni di euro, ad una rete di Onlus presenti sul nostro territorio di produzione, che si occupano di sostegno alla persona e alla famiglia”.

Grana Padano
Il Grana Padano è solidale

La donazione del Consorzio va alle numerose Onlus del territorio di produzione che non sono direttamente beneficiarie del bando Agea per la fornitura agli indigenti. “Integriamo così a livello locale l’impegno di Agea su scala nazionale – precisa Berni – che, attraverso l’asta Agea-indigenti, andata in aggiudicazione in questi giorni, distribuirà alle famiglie più bisognose, sempre per tramite della rete italiana di Onlus, un quantitativo del nostro formaggio del valore di diversi milioni di euro”.

Grana Padano solidale nell’emergenza COVID-19

L’attenzione del Consorzio Tutela Grana Padano verso la solidarietà e le tematiche etiche non è una novità. Il Consorzio collabora da tempo con il mondo del volontariato attraverso numerose iniziative. Nel marzo del 2020, in pieno lockdown, il Consiglio di Amministrazione ha donato un milione di euro per affrontare l’emergenza e acquistare respiratori, tamponi e mascherine.

A dicembre, inoltre, ha sostenuto la raccolta di plasma iperimmune da pazienti guariti dal Covid, promossa dall’Asst di Mantova. Ogni donatore ha ricevuto come ringraziamento per il gesto di solidarietà una confezione di Grana Padano DOP.

Prima della donazione extra per Pasqua 2021, c’è stato il sostegno all’attività di reclutamento dei donatori di plasma iperimmune al Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova.

In collaborazione con Abeo (l’Associazione Bambino Emopatico Oncologico), il Consorzio ha sostenuto il lavoro della dottoressa biologa Alessia Balottari e regalato a ogni volontario una confezione di DOP Riserva.

La pandemia è una tragedia immane per l’umanità – ha dichiarato Berni –, ma che nelle terre del Grana Padano ha per molti di noi il volto e il dolore di una persona cara. Quindi, il nostro impegno accanto a chi è in prima linea per sconfiggere il Covid non è solo un atto di solidarietà, ma soprattutto una scelta doverosa per difendere le nostre comunità e tornare ad abbracciarci”.


Un posto al sole vince un premio come prodotto italiano più visto al mondo

Lavoro e gender gap: denunce per chi non rispetta le pari opportunità