Con le riaperture imminenti nasce la figura del Covid Manager, che si assicurerà che le cerimonie rispettino le norme di sicurezza previste.

Dal 15 giugno 2021 sarà nuovamente possibile celebrare le feste di matrimonio e non solo. I banchetti e i festeggiamenti dovranno, tuttavia, rispettare dei protocolli molto rigidi. Sia gli ospiti che i lavoratori delle strutture ospitanti seguiranno una serie di regole ben precise. ll Covid Manager è la figura professionale che si assicurerà che tali regole vengano sempre rispettate durante lo svolgimento degli eventi.

Cosa fa il Covid Manager?

Il 15 giugno è la data fissata dal governo italiano per la ripartenza dei matrimoni e delle cerimonie in generale. I banchetti e le feste dovranno, però, rispettare alla lettera i protocolli previsti dalla legge, ed è qui che entra in gioco la figura del Covid Manager.

Il nuovo decreto stabilisce che chiunque organizza un evento ha l’obbligo di designare un Covid Manager, ovvero una persona che si occupi esclusivamente di vigilare sul rispetto delle norme anti-contagio. Sarà, dunque, un lavoro indispensabile e quindi tanto richiesto. Inoltre, il decreto esplicita che il rapporto fra gli ospiti e i “vigilanti” come il Covid Manager, non potrà essere inferiore a 50:1.

Matrimonio covid
Matrimonio covid

Il Covid Manager sarà responsabile di controllare che non si verifichino assembramenti e che tutti, nei casi in cui è previsto, indossino correttamente le mascherine.

Dovrà, inoltre, stilare un elenco dettagliato degli invitati. Infatti, nei 14 giorni successivi alla cerimonia, verrà avvertito nel caso in cui qualcuno risulti positivo al coronavirus. Questo gli permetterà di contribuire al tracciamento dell’eventuale focolaio.

Il profilo del Covid Manager è stato ideato dalla catena di alberghi tedesca AO Hostels. Questa figura, chiamata inizialmente “Hygiene Expert”, è stata creata con l’obiettivo di potenziare le misure igienico-sanitarie già esistenti. È fondamentale, come ha dichiarato il ceo di AO Hostels, intensificare la sicurezza in questo delicato periodo di ripartenze.

Quali sono le nuove regole per i matrimoni?

Ai festeggiamenti di matrimonio conseguenti alle cerimonie religiose o civili, sarà previsto l’accesso tramite “green pass”. Il pass prevede che ogni invitato esibisca o un tampone molecolare negativo effettuato nelle 48 ore precedenti, o il certificato di avvenuta guarigione, oppure il documento relativo alla vaccinazione.

La distanza fra i vari tavoli dovrà essere di almeno 2 metri. Per quanto riguarda i buffet, invece, sarà consentita la sola modalità di somministrazione da parte del personale di sala. Sarà severamente vietato per gli invitati toccare il cibo esposto. Il buffet self-service sarà permesso solo se il cibo è servito in modalità finger food a dosi singole.

Eventuali band musicali dovranno esibirsi con una distanza dal pubblico di almeno tre metri. Infine, le sale da ballo interne saranno funzionanti solo nelle zone bianche, ma a patto che la superficie sia sufficientemente ampia (2 metri quadri per ogni persona) e che sia garantita la corretta areazione del locale.


Roblox è il videogioco più amato dai bambini: ecco perché

Europei 2021, la guida completa: calendario, città e partite della Nazionale