Durex e Mara Maionchi insieme per un importante progetto che mira alla diffusione dell’educazione sessuale: tutti i dettagli.

Durex e Mara Maionchi hanno dato vita ad una campagna di sensibilizzazione molto importante, volta alla diffusione dell’educazione sessuale. Soprattutto tra i giovani, infatti, vige un’ignoranza in materia che fa venire i brividi. Pensate che, secondo un’indagine condotta da Durex e Skuola.net, soltanto il 50% dei giovani utilizza il preservativo durante un rapporto sessuale.

La nota azienda produttrice di condom ha scelto come testimonial una donna d’eccezione: l’amatissima Mara Maionchi. Il video della campagna di sensibilizzazione, incisivo e simpatico al tempo stesso, sta riscuotendo molto successo.

Durex e Mara Maionchi insieme: la campagna

Mara Maionchi, che il prossimo 22 aprile compirà ben 80 anni, ha accettato con entusiasmo la proposta di Durex. La nota produttrice musicale, diventata famosa tra i giovani grazie al ruolo di giudice di talent come X Factor, è molto apprezzata dai teenager. Il motivo è presto detto: Mara è una nonna rock con la battuta sempre pronta, che parla il linguaggio dei ragazzi e, soprattutto, crede in loro.

Per tutte queste sue qualità, quindi, non poteva che essere il soggetto migliore per la campagna di educazione sessuale promossa da Durex.

“Ci sono due ragazzi in una stanza, non hanno neppure 15 anni e stanno per fare sesso per la prima volta. Useranno il preservativo? La risposta dipende da tutti noi, perché sta a noi educarli affinché facciano la scelta giusta: proteggersi”, esclama Maionchi nel filmato.

Educazione sessuale: la necessità di parlarne

Parlare di educazione sessuale, oggi come non mai, è importante: ce lo dicono i dati. Secondo una ricerca condotta su un campione di oltre 15.000 giovani tra gli 11 e i 24 anni da Durex e Skuola.net, soltanto il 50% di loro indossa il preservativo durante un rapporto sessuale.

Questo significa che la metà dei nostri ragazzi rischia ogni giorno di contrarre oltre 20 malattie sessualmente trasmissibili. Come se non bastasse, lo studio ha portato alla luce un altro dato sconcertante: meno del 60% dei giovani parla di sesso con i genitori. Questi ultimi, tra l’altro, soltanto nel 26% dei casi consigliano il preservativo per la prevenzione delle infezioni legate ad un rapporto non protetto.

Per far fronte a queste situazione, il viceministro Pierpaolo Sileri ha firmato un decreto che elimina l’autorizzazione preventiva per la pubblicità sui condom da parte del Ministero della Salute. Lo scopo, ovviamente, è favorire una migliore informazione e comunicazione sui comportamenti sessualmente responsabili.

Ricordate: “Il preservativo protegge il vostro amore e la vostra salute”.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini