Exor diventa azionista di Louboutin: il presidente e amministratore delegato John Elkann è entusiasta di questa nuova partnership.

Exor, la holding che controlla Gedi – gruppo editoriale de La Repubblica – diventa azionista del noto brand di Christian Louboutin. Il presidente e amministratore delegato John Elkann si è detto entusiasta di questa nuova partenership, nonché da sempre attratto dalla creatività del suo nuovo ‘socio’.

L’investimento di Exor è pari a 541 milioni di euro e consente al gruppo di Elkann di diventare azionista al 24%. Il controllo di questa partnership verrà affidato a due dei sette membri del consiglio di amministrazione dell’azienda.

Exor diventa azionista del marchio di Christian Louboutin

Un accordo da 541 milioni di euro, quello che Exor ha stretto con Christian Louboutin, uno degli stilisti più apprezzati nel mondo dell’alta moda. Celebre per le sue scarpe da donna con la iconica suola rossa, il marchio è famoso in ogni angolo del globo. Con questa partenership, la holding che vede come presidente e amministratore delegato John Elkann si assicura il controllo di quasi un quarto delle sue azioni.

John Elkann
John Elkann

“L’impegno di Exor nella costruzione di grandi aziende la rende un partner eccellente per Christian Louboutin in un momento in cui questo marchio affermato è pronto a cogliere nuove importanti opportunità, ha dichiarato Elkann in una nota stampa.

La transazione tra i due ‘brand’ verrà chiusa nel secondo trimestre del 2021.

Exor, il partner ideale di Louboutin

Christian Louboutin è presente in 30 Paesi, con circa 150 negozi al dettaglio e uno shop online. Tra i prossimi obiettivi c’è quello di espandersi anche in Cina. Perché ha scelto proprio Exor come azionista al 24%?

“Exor è una società che pone grande attenzione sul lungo termine e possiede una forte cultura imprenditoriale in cui ci riconosciamo completamente. Era importante per me, e per i membri della nostra società, che per scrivere una nuova pagina della storia della nostra Maison il partner con cui ci associamo rispettasse tutti questi valori, fosse di mentalità aperta e avesse ambizione e dinamismo. Exor è emerso chiaramente come il nostro partner ideale, con cui continuare l’avventura di Louboutin, che è iniziata proprio 30 anni fa”, ha dichiarato Louboutin in una nota.

John Elkann, dal canto suo, si è detto entusiasta dell’accordo con il brand dello stilista francese e pronto per accelerare il suo sviluppo.


Il movimento Turismo dell’Olio che sostiene l’arte olivicola italiana

Come cambia il reddito di cittadinanza con il governo Draghi?