Le fragole erano pronte alla vendita e avrebbero garantito lo stipendio ai sette giovani con disabilità che lavorano alla Forrest Gump 2.0: Mont Fallère si mobilita con un gesto solidale.

Si sta risolvendo nel migliore dei modi il furto delle duemila piante di fragole che hanno subito i ragazzi disabili della cooperativa Forrest Gump 2.0 di Doues, in Valle d’Aosta. Non con la restituzione dei frutti da parte dei ladri, ma con un gesto di solidarietà da parte della cooperativa sociale Mont Fallère di Aosta. I responsabili della coop hanno deciso di devolvere alla Forrest Gump l’intero incasso delle vendite che avverranno nella giornata di sabato 28 maggio nel proprio negozio Flower Point di via Piccolo San Bernardo.

Furto fragole ai ragazzi disabili: Aosta si attiva

Questi soldi sono molto importanti per i sette giovani con disabilità che lavorano per Forrest Gump 2.0, no-profit che vende i prodotti coltivati dai ragazzi per aiutarli ad emanciparsi attraverso il lavoro. Il ricavato della vendita di quelle piante di fragole avrebbe consentito di pagare gli stipendi del prossimo mese.

Il furto è avvenuto nel campo di 800mq a La Plantaz di Quart. Il danno si aggira tra i 6.000 e i 7.000 euro. Se ne sono accorti i responsabili durante un sopralluogo con un tecnico della Regione. Dopo lo choc, l’indignazione della comunità e la denuncia sporta alle autorità, è intervenuta la cooperativa Mont Fallère che da anni collabora con Forrest Gump 2.0 nell’offrire opportunità professionali concrete alle persone più fragili.

Un campo di fragole in una fattoria
Disabilità e lavoro: le fragole di Forrest Gump 2.0 ripagate dagli amici di Mont Fallère

Questo piccolo gesto – spiegano i responsabili di Mont Fallère – unitamente alle iniziative di tanti cittadini che hanno a cuore questa splendida realtà, non potrà certamente restituire i ‘frutti’ del lavoro fatto, ma vuole essere un segnale di incoraggiamento a non mollare mai di fronte alle difficoltà, come i ragazzi della cooperativa Forrest Gump 2.0 ci hanno insegnato!”.

Anche la Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta si è mossa in soccorso dei ragazzi. “Offriremo il nostro supporto nella forma ritenuta più opportuna – fanno sapere dalla fondazione –, cercando di trarre anche un’utile lezione da questo brutto episodio. La lezione di quanto sia importante donare”. Sono inoltre numerose le iniziative lanciate sui social, come l’acquisto di un cestino virtuale di fragole con una piccola donazione direttamente sul conto della cooperativa.

Cosa fanno Forrest Gump Vda e la cooperativa Mont Fallere

Forrest Gump 2.0 è una onlus che si occupa da anni di attività a favore delle persone con disabilità. È nata da un’idea di nove ragazzi e tre loro familiari per creare in proprio lavoro attraverso la coltivazione biologica di patate di montagna, zucche, fragole e lamponi, cereali e piante aromatiche. Per commercializzare i loro prodotti, i giovani agricoltori hanno progettato e realizzato centinaia di cassette di legno e borse a rete riutilizzabili, fatte con legno e materiali di recupero.

Attiva dal 1988 con l’impianto e la coltivazione di 1,2 ettari di vigneto a Sarre, Mont Fallère si occupa da oltre vent’anni di inserimento lavorativo di persone in difficoltà in Valle d’Aosta. La cooperativa sociale famosa per la coltivazione di barbatelle di viti autoctone ha avviato un vivaio, il negozio di fiori in via Piccolo San Bernardo e l’allevamento di lumache a ciclo naturale Madame Escargot. Oltre che con Forrest Gump 2.0, collabora con realtà come la Caritas Diocesana, la Casa Circondariale di Brissogne, la Cogne Acciai Speciali e le case di riposo JB Festaz e Pere Laurent, presso le quali ha attivato una lavanderia e lavasecco all’interno di un progetto di inserimento lavorativo.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 31-05-2022


Bonus casa e Superbonus: il punto sulle regole e le novità

Dattilografi oggi: una tecnica per migliorare il proprio lavoro